La Maratonina di San Valentino compie 40 anni.

TERNI – Quaranta candeline sulla torta della manifestazione podistica 40 Maratonina Di San Valentino organizzata dalla US ACLI TERNI e inserita nel programma dei festeggiamenti Valentiniani in onore del patrono.
Appuntamento domenica 2 febbraio al campo scuola Casagrande, con partenza alle 9 e 30, in contemporanea per i due percorsi che saranno da 6 e da 11 chilometri.
Il percorso da 11 chilometri, dopo la partenza dal campo scuola, si snoderà passando sotto le mura della Passeggiata, via Cavour, piazza della repubblica, Corso del Popolo, via Turati, via Serrati, via S. Valentino, via Turati, via Rossini, via Ippocrate, via Murri, via Campomicciolo, viale 8 Marzo, viale Trieste, via Montegrappa, piazza Adriatico, via Lungonera, corso del Popolo, via dell’Annunziata e ritorno al campo scuola.
Il percorso da 6 chilometri invece, in via Rossini ritornerà verso l’arrivo passando lungo viale Trieste.
“Una manifestazione all’insegna dell’allegria e del piacere di stare insieme – sottolineano gli organizzatori – un evento non agonistico al quale potranno partecipare tutti, dai bambini ai meno giovani. L’obiettivo della Maratonina è quello di essere una manifestazione che faccia riscoprire il valore dell’associazionismo e dell’aggregazione sociale trasversale. Anche quest’anno la speranza è di ospitare più nuclei familiari, che possano vivere insieme questa giornata aiutandoci così a rendere questo momento insieme ancor più piacevole e una vera festa per tutta la famiglia”.
L’ U. S. Cursor Acli Tinarelli, costituita nel 1981, è stata sempre presente sul territorio regionale per promuovere lo sport, coinvolgendo tanti giovani e meno giovani nel podismo, una delle più belle discipline sportive.

Si dice dono ma si legge comunità

Data: 07/10/2019
-
Località: Perugia c/o Fondazione Cassa Risparmio Perugia
Si dice dono ma si legge comunità
Un incontro per approfondire  e confrontarsi sul tema del dono e del suo ruolo che riveste o potrebbe avere nell’organizzazione delle comunità future.
Non si tratta di un tema che riguarda solo gli addetti ai lavori, ma è vivo e attivo nella vita di ognuno perché, senza dono, le nostre vite e le nostre comunità sarebbero davvero tristi e non “degne di essere vissute”.
Tutto questo è reso possibile da questo strumento potente, l’unico che ha la forza di mettere in circolo risorse che altrimenti rimangono inutilizzate o sottoutilizzate e con i tempi che corrono, non ce lo possiamo più permettere.Ti aspettiamo a Perugia il 7 ottobre alle ore 17:30 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Sala delle Colonne di Palazzo Graziani (Corso Pietro Vannucci n. 47).

 

E’ gradita la prenotazione al seguente link:
https://assifumbria-si-dice-dono.eventbrite.it