Area bandi

Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonte ufficiali degli enti erogatori, vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. Cesvol Umbria non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare la pagina “Bandi” come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la  documentazione e verificare le procedure ufficiali.

Bandi aperti

Ente Titolo Settore attività Chi può partecipare Ambito Scadenza Modulistica
Fondazione Johnson&Johnson Contributi per progetti in campo sanitario e di responsabilità verso la comunità La Fondazione Johnson & Johnson, nata nel dicembre del 2000, è stata la prima Fondazione d’impresa di tipo “grantmaking” costituita in Italia. Per operare efficacemente la Fondazione ha focalizzato gli ambiti di intervento su settori specifici e in campi su cui le aziende promotrici hanno maggiore esperienza: assistenza sanitaria alla comunità, salute della donna e del bambino, formazione nel campo della gestione sanitaria, HIV/AIDS e responsabilità verso la comunità. Possono presentare progetti associazioni, cooperative sociali, onlus, organizzazioni non profit e altri enti che non abbiano scopo di lucro. nazionale Senza scadenza - da gennaio 2021 Apri
Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri Avviso pubblico EduCare Il Dipartimento ha pubblicato l’avviso pubblico “EduCare” al fine di incentivare la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative dei bambini e dei ragazzi, fortemente penalizzate dall’emergenza sanitaria da COVID-19 durante le prime fasi. Sono ammessi a finanziamento gli interventi, anche sperimentali e innovativi, di educazione non formale e informale e di attività ludiche per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza, che privilegino attività, anche all’aperto e, nell’ambito di centri e campi estivi a favore dei bambini e dei ragazzi nei seguenti ambiti tematici: promozione della cittadinanza attiva, del coinvolgimento nella comunità, e della valorizzazione del patrimonio culturale locale; promozione della non-discriminazione, dell’equità e dell’inclusione sociale e lotta alla povertà educativa; promozione della piena partecipazione e del protagonismo dei bambini e dei ragazzi attraverso l’educazione tra pari (peer education) e il sostegno del dialogo intergenerazionale tra bambini, ragazzi, adulti e anziani e le loro famiglie; tutela dell’ambiente e della natura e promozione di stili di vita sani. Le iniziative dovranno rispettare le indicazioni sulla riapertura in sicurezza delle attività ludiche e ricreative fornite dalle linee guida elaborate ai vari livelli di Governo. Possono partecipare in qualità di soggetto proponente: enti locali, in forma singola o associata; scuole pubbliche e paritarie di ogni ordine e grado; servizi educativi per l’infanzia e scuole dell’infanzia statali e paritarie; organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di Enti del terzo settore ed enti ecclesiastici e religiosi, che siano costituiti da almeno 2 anni, abbiano nel proprio Statuto i temi oggetto dell’Avviso e la sede legale e/o operativa nella Regione in cui è localizzato l’intervento. Al fine di favorire la creazione di reti tra tutti i potenziali beneficiari a livello territoriale, le proposte progettuali potranno essere presentate da un partenariato. A tal fine, i progetti potranno essere presentati da una associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato. nazionale 31 dicembre 2020 (fino ad esaurimento risorse) Apri
Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri Contributi alle Organizzazioni di Volontariato di protezione civile – anno 2020 La concessione di contributi per il finanziamento di progetti presentati dalle organizzazioni di volontariato di protezione civile hanno l’obiettivo di favorire la crescita qualitativa del volontariato, così come previsto dall’art. 37 Decreto Lgs n. 1 del 2018 (Codice della protezione civile), che tutela e promuove la partecipazione delle organizzazioni di volontariato a tutte le attività di protezione civile. Le modalità per la presentazione dei progetti, la loro valutazione e la concessione dei relativi contributi sono stabilite da criteri con validità triennale, definiti dal Dipartimento della protezione civile. Il 18 giugno 2020 è stato pubblicato in Gazzetta il Decreto del Capo Dipartimento recante i criteri per il triennio 2019-2021. Possono presentare domanda di contributo le organizzazioni di volontariato di protezione civile iscritte nell’elenco nazionale, ovvero: le organizzazioni iscritte nell’elenco centrale del Dipartimento della Protezione Civile; le organizzazioni iscritte negli elenchi territoriali delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e di Bolzano. nazionale 31 dicembre 2020 Apri
Only The Brave (OTB) Foundation Bando “Brave Actions For A Better World” edizione 2020 Il bando di OTB Foundation, vuole sostenere le organizzazioni non profit che rispondono ai bisogni delle persone e delle comunità, causati o accentuati dall’emergenza Covid-19, e che favoriscono la sostenibilità sociale intesa come condizione di benessere umano (sicurezza, salute, istruzione, democrazia, partecipazione, giustizia, emancipazione) equamente distribuita per classi e genere. Il tema del Covid-19 dovrà essere presente come fattore che rende ancora più difficile per i beneficiari (persone, comunità, categorie fragili, altro) la possibilità di vivere in condizioni di benessere sociale ma non è necessario che le attività proposte abbiano come tema la riduzione degli effetti diretti del Covid-19 o il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica. Saranno dunque premiate quelle iniziative che, anche in continuità con quanto realizzato finora dagli enti, consentono di superare i problemi contingenti provocati dall’epidemia e dagli effetti sociali della stessa. l bando si rivolge a organizzazioni singole formalmente costituite, di natura privata, con sede legale in Italia e senza scopo di lucro e a partenariati formali di enti, che possono anche includere organizzazioni con sede legale all’estero. nazionale 23 settembre 2020 Apri
Onlus Senior e Confagricoltura Coltiviamo Agricoltura Sociale 2020 Le proposte dovranno collocarsi in una, e una soltanto, delle seguenti aree: potenziamento e sviluppo di servizi socio educativi e/o socio assistenziali già esistenti; costruzione e sviluppo di reti e partenariati tra i diversi attori territoriali, tra cui, inderogabilmente, operatori di Agricoltura Sociale e servizi socio educativi e/o socio assistenziali; sperimentazione e modellizzazione di nuovi servizi socio educativi e/o socio assistenziali. Possono partecipare al bando: gli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del codice civile, in forma singola o associata; le cooperative sociali di cui all’art. 2, comma 1, della legge 18 agosto 2015, n. 141, (Disposizioni in materia di Agricoltura Sociale) che esercitano attività agricole e che svolgono o hanno svolto attività di Agricoltura Sociale; le forme di associazione fra questi soggetti ed altro attori del Terzo settore: le cooperative sociali non agricole di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381; le imprese sociali di cui al decreto Legislativo n. 112 del 3 luglio 2017; le associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale previsto dalla legge 7 dicembre 2000, n. 383 e quelle previste dal Decreto legislativo n. 117 del 3 luglio 2017 (Codice Terzo Settore); i soggetti di cui all’articolo 1, comma 5, della legge 8 novembre 2000, n. 328. N.B. Le forme di associazione devono prevedere tassativamente come capofila uno dei soggetti di cui ai precedenti punti 1 e 2. nazionale 15 ottobre 2020 Apri
UniCredit Foundation Call For the Regions 2020 per progetti locali a favore dell’infanzia L'iniziativa rivolta a sostenere progetti a favore dell’infanzia attraverso le Region di UniCredit”, con l’obiettivo di sostenere progetti in favo generare un impatto sociale positivo nel medio-lungo periodo.re dell’infanzia di carattere prevalentemente locale. I progetti dovranno presentare le seguenti caratteristiche: avere come principale obiettivo il sostegno all’infanzia (0-18 anni) rappresentare appieno le sensibilità e le priorità della comunità territoriale di riferimento; avere elevate capacità di Possono presentare domanda le organizzazioni non profit costituite prima del 31 dicembre 2018. nazionale 15 ottobre 2020 Apri
Regione Umbria Avviso pubblico per la presentazione di programmi regionali finalizzati a realizzare interventi post-emergenziali correlati alla diffusione del virus covid-19 l programma di intervento è volto al sostegno e alla promozione di interventi post emergenziali finalizzati a contrastare gli effetti della diffusione del virus Covid 19 attraverso la realizzazione di un progetto regionale articolato in due lotti. Organizzazioni di Volontariato (ODV) e Associazioni di Promozione Sociale (APS) iscritte ai registri regionali Regione Umbria 30 settembre 2020 Apri
Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità Avviso “STEM2020”: percorsi educativi nelle materie del futuro Le competenze nelle materie STEM (Sciences, Technology, Engineering and Mathematics) rivestono un ruolo centrale per il rilancio sociale, culturale ed economico del Paese. Pertanto, al fine di incoraggiarne lo studio, in particolar modo da parte delle bambine e delle ragazze, incentivando al contempo la ripresa delle attività educative, fortemente limitate nel corso delle prime fasi dell’emergenza sanitaria da COVID-19, il Dipartimento per le pari opportunità intende promuovere, mediante un apposito Avviso, la realizzazione di percorsi di approfondimento destinati a bambini/e e ragazzi/e di età compresa tra i 4 e i 19 anni. Potranno partecipare in qualità di soggetto proponente esclusivamente: a) enti locali o altri enti pubblici territoriali in forma singola o associata; b) scuole pubbliche e parificate di ogni ordine e grado, in forma singola o associata; c) servizi educativi per l'infanzia e scuole dell'infanzia statali e paritarie ai sensi del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65 in forma singola o associata; d) organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di Enti del Terzo settore ai sensi dell’articolo 4, del decreto legislativo 3 luglio 2017, n.117, imprese sociali, ed enti ecclesiastici in forma singola o associata; e) Università pubbliche o private in forma singola o associata. Nazionale 30 novembre 2020 Apri
The Coca-Cola Foundation Community Requests – Richieste di contributo alla Coca-Cola Foundation La strategia della Fondazione è in linea con la politica di sostenibilità attuata dall'azienda e comprende l’emancipazione e l’imprenditorialità femminile. Priorità di intervento: Donne; emancipazione economica e imprenditoria Ambiente: accesso all’acqua potabile, salvaguardia delle risorse idriche e riciclo Comunità: stile di vita attivo e sano, prevenzione, educazione e crescita dei giovani L’impegno verso la comunità è esteso a tutto il sistema Coca-Cola, che in caso di calamità naturali interviene tempestivamente per fornire assistenza, accanto alla Fondazione. Attraverso il programma di donazioni “Matching Gifts”, inoltre, i dipendenti Coca-Cola possono contribuire personalmente a sostenere organizzazioni qualificate; l’entità dei contributi così raccolti viene raddoppiata da The Coca-ColaFoundation. Infine, la Fondazione sostiene numerosi programmi a livello locale, ad esempio in ambito artistico e culturale, di sviluppo economico e sociale negli Stati Uniti, oltre a programmi di sensibilizzazione e prevenzione dell’AIDS/HIV in Africa e America Latina. Viene finanziata qualsiasi organizzazione il cui “fine solidaristico” sia riconosciuto in base leggi e alle disposizioni del proprio Stato. Rispondendo ai quesiti del questionario online “elegibility questionnaire ” è possibile verificare se l’organizzazione è ammissibile. Internazionale Senza scadenza Apri
Fondazione San Zeno Contributi negli ambiti educazione e lavoro Possono essere presentati progetti negli ambiti: Educazione: attività di sviluppo della didattica volte all’alfabetizzazione, all’inclusione e alla prevenzione della dispersione scolastica; progetti di formazione umana, inerenti al supporto sociale, psicologico, educativo di minori e adulti, sostegno al funzionamento delle strutture, alla costruzione degli edifici scolastici e dei centri formativi laddove si intravveda una programmaticità e sostenibilità futura del progetto educativo. Lavoro: attività di sostegno all’occupazione, quali tirocini, inserimenti lavorativi e corsi di formazione professionale, volti a fornire non solo competenze tecniche ed organizzative, ma umane e relazionali necessarie per inserirsi o reinserirsi nel mercato del lavoro. Si sono approfonditi percorsi portati avanti da enti ed associazioni che da anni operano con competenza ed attenzione alla persona, alla ricerca di modalità nuove e sempre più efficaci nel processo formativo. La fondazione ha dato particolare attenzione ad iniziative rivolte a persone in situazioni di difficoltà, donne vulnerabili, giovani drop-out o in condizione di privazione della libertà. Percorsi dove il lavoro diventa strumento di prevenzione del disagio sociale, di reinserimento, di costruzione dell’autonomia individuale. Possono partecipare al bando gli enti non profit di qualsiasi natura e provenienza geografica. Possono presentare progetti anche istituti scolastici, e verranno privilegiati quelli proposti da istituti comprensivi e che favoriscano accordi di rete territoriale. Nazionale Senza scadenza (entro il 31 dicembre 2020) Apri
Fondazione Cattolica Assicurazioni Bando Impresa Sociale 2020 La Fondazione per adempiere al proprio mandato è alla ricerca di idee progettuali che rispondano in modo nuovo, efficace e sostenibile ai bisogni che riguardano: Anziani, Disabilità, Famiglia, Nuove Povertà. Saranno prese in considerazione le proposte che prevedono l’avvio in Italia di attività in grado di sostenersi autonomamente nel tempo una volta superata la fase di start up e che non prevedano, se non per importi limitati, interventi su immobili ed attrezzature. Possono partecipare Associazioni ed Enti privati non profit. Il singolo soggetto non può presentare più domande di contributo. Nazionale Senza scadenza nel 2020 Apri
Gruppo Intesa San Paolo Richiesta di contributo al fondo di beneficenza La ripartizione delle risorse annuali tra le quattro Aree di intervento del Fondo privilegia quella Sociale, a cui sono destinate la maggior parte dei fondi disponibili. Seguono le erogazioni in favore degli interventi Culturali, i progetti Religiosi e infine l’area della Ricerca. 1. AREA SOCIALE Il Fondo intende focalizzare l’attività sulle seguenti tematiche ritenute particolarmente rilevanti e urgenti: povertà educativa e dispersione scolastica; violenza sulle donne e sui minori; demenza senile. Il Fondo rimane aperto a interventi utili a supportare anche altri temi. In particolare: formazione per l’occupazione e inserimento lavorativo come mezzo di inclusione sociale; povertà sanitaria e malattie; disabilità fisica e intellettiva; sport dilettantistico inclusivo, solo a livello di Liberalità territoriali. 2. AREA CULTURALE – Il Fondo intende premiare esclusivamente i progetti che si qualificano per gli aspetti sociali e che sono, quindi, rivolti alle persone con insufficiente disponibilità economica e ai soggetti fragili ed emarginati. 3. AREA RELIGIOSA – Destinatari dei contributi del Fondo in questa area sono gli enti religiosi di qualsiasi credo o fede. Gli interventi supportati riguardano principalmente progetti di beneficenza improntati su una visione solidaristica e di centralità della persona e nei quali prevale la natura sociale dell’intervento. 4. AREA RICERCA – L’intervento del Fondo intende porre l’attenzione su tutti quei progetti di ricerca (in qualunque settore delle scienze e della tecnologia) che hanno come fine il miglioramento della vita degli individui, risolvendo gravi problematiche o rispondendo a bisogni emergenti. Le elargizioni liberali in questa area sono rivolte a rendere concretamente realizzabili pochi e mirati progetti proposti dalle istituzioni più qualificate. Potranno essere sostenuti anche progetti in ambito internazionale afferenti le aree Religiosa e Sociale, esclusivamente con Liberalità centrali. Possono presentare richiesta di contributo enti riconosciuti e senza finalità di lucro, con sede in Italia e dotati di procedure, anche contabili, che consentano un agevole accertamento della coerenza fra gli scopi enunciati e quelli concretamente perseguiti. Nazionale 31 dicembre 2020; ma è consigliato presentare la richiesta entro i primi giorni di settembre 2020 Apri
Caritas Italiana MicroProgetti di sviluppo alla Caritas Settori prioritari e caratteristiche dei microprogetti: Acqua e igiene: pozzi, pompe, sistemi di adduzione, cisterne, latrine, sanificazione. Ambiente e sicurezza alimentare: agricoltura, allevamento, vivai, sfruttamento sostenibile delle risorse naturali, energie rinnovabili. Istruzione: arredi scolastici, materiale didattico, biblioteche, attrezzature informatiche. Promozione socio-economica: formazione professionale, laboratori, microcredito e auto-mutuo aiuto, microimprese, cooperative, agricoltura e allevamento come attività generatrici di reddito. Sanità: attrezzature medico-sanitarie, stock iniziali di medicinali, riabilitazione e fisioterapia, prevenzione, … Sociale: persone con disabilità, persone con disagio mentale, detenuti, migranti, rifugiati, minoranze, … Un MicroProgetto deve rientrare nelle attività del piano socio-pastorale della Diocesi e ottenere l’approvazione formale del Vescovo locale, favorire il miglioramento sociale ed economico dei beneficiari, sviluppare una dimensione comunitaria, essere sostenibile nel tempo, valorizzare le risorse umane e materiali locali. La Chiesa locale attraverso tutte le sue espressioni caritative (es. parrocchie, gruppi, associazioni, missionari, comunità religiose) Altre organizzazioni e associazioni aventi l’approvazione formale del Vescovo locale per il MicroProgetto che intendono realizzare. Nazionale; Internazionale Senza scadenza Apri
Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno Richiesta di Contributo - anno 2020 Le richieste di contributo devono riguardare progetti e/o attività rientranti, in modo tassativo, all'interno dei Settori previsti nel Documento Programmatico Previsionale 2020, di seguito riportati; Educazione, Istruzione e Formazione; Arte, Attività e Beni Culturali; Volontariato, Filantropia e Beneficenza; Salute e Medicina Preventiva e Riabilitativa e sviluppo Locale. Le richieste di intervento possono essere presentate, a pena di inammissibilità, esclusivamente da: persone giuridiche sia pubbliche che private non aventi finalità di lucro, operanti nei settori di intervento della Fondazione e la cui azione abbia scopi di utilità sociale o di promozione dello sviluppo economico; società strumentali, come definite dall’art. 1, comma 1, lett.h) del D.Lgs. 153/99; imprese sociali (art. 17, comma 2, del decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155); cooperative sociali di cui alla L. 381/91; cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero, (art. 1, comma 7-ter, decreto legge 18 maggio 2012, n. 63, come integrato dalla legge di conversione 16 luglio 2012, n. 103). Locale (territori di competenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno) 31 marzo; 31 luglio e 31 ottobre 2020 Apri
Google Google per il non profit Google per il Non Profit consente a organizzazioni qualificate di accedere alle versioni gratuite di alcuni prodotti Google a pagamento e a funzioni speciali appositamente pensate per gli enti non profit. Questi strumenti possono aiutare le organizzazioni non profit a trovare nuovi donatori e volontari, a lavorare in modo più efficiente e a invitare i sostenitori ad intraprendere azioni. Le organizzazioni devono essere: associazioni, fondazioni o società cooperative registrate come organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS); organizzazioni non governative (ONG) internazionali registrate presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; istituzioni religiose o altre organizzazioni che operano come non profit per scopi di pubblica utilità. Nazionale Senza scadenza Apri
Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo Sportello della solidarietà Progetti relativi a: malattie rare, assistenza socio-sanitaria ai malati e il sostegno ai loro familiari, avvio al lavoro dei giovani, percorsi formativi per disabili e immigrati finalizzati al loro inserimento lavorativo, riscoperta delle arti e dei mestieri anche attraverso programmi di istruzione e formazione. Enti pubblici o privati (es. associazioni, comitati, fondazioni, cooperative sociali, imprese sociali, enti religiosi…) nazionale BANDO APERTO, senza scadenza Apri
Fondazione Prima Spes Richiesta di contributo Fondazione Prima Spes Varie Aree di intervento: Sociale, Ambientale e Ricerca scientifica. Le richieste di contributo per progetti e iniziative che rispondano alle finalità della Fondazione devono essere presentate utilizzando l’apposita modulistica e seguendo le disposizioni contenute nelle Linee guida per accedere ai contributi scaricabili da questa pagina web. Possono presentare progetti enti (pubblici o privati) non profit e organizzazioni senza finalità di lucro, aventi le caratteristiche di Onlus ovvero con struttura e scopo assimilabili ad una Onlus nazionale BANDO APERTO, senza scadenza Apri
Ente Titolo Ambiti Chi può partecipare Scadenza Modulistica Apri