ANCHE IL TEATRO DI GUBBIO SI È ACCESO A SOSTEGNO DELLA RIAPERTURA

ANCHE IL TEATRO DI GUBBIO SI È ACCESO A SOSTEGNO DELLA RIAPERTURA

23 Feb 2021

GUBBIO – Anche il faro e le luci del Teatro Comunale di Gubbio si sono accesi lunedì sera a sostegno dei lavoratori dello spettacolo e per la riapertura delle sale.

A lanciare l’iniziativa in tutt’Italia è U.N.I.T.A, l’associazione di attori ed attrici del cinema e del teatro. Ad un anno esatto di distanza dal primo provvedimento governativo che come prima misura di contrasto al Coronavirus intimava la chiusura dei teatri nelle principali regioni del Nord, estendendo rapidamente il provvedimento a tutto il territorio nazionale nel giro di pochi giorni, l’associazione chiede ora al nuovo Governo ed a tutta la cittadinanza che si torni immediatamente a parlare di teatro e di spettacolo dal vivo e che si programmi e si renda pubblico un piano che porti prima possibile ad una riapertura in sicurezza di questi luoghi.

 

“Il teatro è un’arte unica e non riproducibile poiché avviene qui ed ora. Un appuntamento irrinunciabile tra esseri viventi che respirano e si affannano per la vita”: questo il messaggio affisso al Teatro Comunale di Gubbio, a firma di Massimo Verdastro e Luca Berettoni, ideatori del “Teatro dell’inclusione /convivio didattico”. “La chiusura dei teatri, dei musei e dei cinema – sottolineano anche il sindaco Filippo Stirati e l’assessore alla cultura Giovanna Uccellani – lascia un grande vuoto nel nostro Paese. Ci auguriamo davvero che quanto prima si possa ripartire con le attività culturali, sostituite solo in minima parte dalla possibilità di fruizione digitale delle stesse: i luoghi vivi e veri di presenza sono unici e non replicabili. Il teatro è incontro, relazione, emozione e speriamo che possa presto, in tutta sicurezza, tornare ad illuminarsi e riempirsi di pubblico”.