ANZIANI E NON AUTOSUFFICIENTI, MAI PIU’ STRAGI PER MANCANZA DI CURE ! BOLOGNA 26 GIUGNO MANIFESTAZIONE NAZIONALE PIAZZA RE ENZO

ANZIANI E NON AUTOSUFFICIENTI, MAI PIU’ STRAGI PER MANCANZA DI CURE ! BOLOGNA 26 GIUGNO MANIFESTAZIONE NAZIONALE PIAZZA RE ENZO

22 Giu 2021

Bologna 21 giugno 2021. Non si può e non si deve dimenticare la spaventosa strage di anziani e non autosufficienti che c’è stata  durante la pandemia non solo nelle RSA e in strutture similari, ma anche nelle proprie case per mancanza di assistenza e di cure sanitarie: per questo il “Coordinamento per il diritto alla sanità per le persone anziane malate e non autosufficienti” ha organizzato una manifestazione nazionale per sabato 26 giugno a Bologna, in Piazza Re Enzo, dalle ore 10 alle 13.

Sono 25 le organizzazioni e più (USB pensionati, CUB Sanità e altri), sparse in tutt’Italia, che  hanno aderito e che hanno organizzato delegazioni che arriveranno da decine di città e da diverse regioni per denunciare il fatto che gli anziani malati e ricoverati non sono cittadini di serie b, da tenere segregati, ma che hanno  gli stessi diritti di tutti i cittadini non solo per l’assistenza e  per le cure sanitarie, ma  per la qualità della vita, fra cui il diritto basilare a uscire e  frequentare parenti e amici.

Sono 16 mesi che i familiari non entrano nelle RSA, nonostante i vaccini e le misure adottate!!

Il Coordinamento, inoltre  rigetta l’ipotesi di una legge che discrimina gli anziani malati cronici non autosufficienti, considerandoli solo dal punto di vista dell’assistenza e “scaricandoli” fuori dal Servizio sanitario.

“Per non dimenticare!” E’ un grido di dolore quello che si leva e che in un appello al presidente del Consiglio Mario Draghi, chiede interventi urgenti da garantire con le risorse del Recovery Plan, sintetizzati in 4 punti e nello specifico: 1) Potenziare i servizi sanitari territoriali: ospedalizzazione a domicilio, medicina del territorio, ADI (Assistenza domiciliare integrata; 2) garantire il diritto a un contributo economico (assegno di cura) della sanità ai malati cronici non autosufficienti, perché possano assicurarsi le prestazioni di cui necessitano 24 ore su 24 e per 365 giorni all’anno; 3) riorganizzare le cure sanitarie nelle RSA (e sostituire le altre strutture Rp, Cra,) che devono rientrare nella filiera del Servizio sanitario; abbattere le rette di ricovero; assicurare le convenzioni senza lista di attesa e la partecipazione dei familiari e dei comitati di cittadini; applicare il contratto della Sanità pubblica a tutti gli operatori sanitari e socio-sanitari; 4)garantire la presa in carico dell’ASL dopo un ricovero in ospedale o in altra struttura sanitaria: basta con le dimissioni selvagge!  Come pure chiedono la piena attuazione della legge 833/1978 per tutti i malati cronici non autosufficienti compresi gli anziani e i malati di alzheimer.

 

Per info:

Carmìna Conte cell 39313 77616 – Ufficio Stampa Medicina Democratica

Comitato Libro Verde – Presidente: Manuela Tonini – comitato.libroverde@gmail.com www.facebook.com/libroverdedellemergenzacovid19.

Comitato Anchise – Presidente: Antonio Burattini – cnf.rsarsdsanita@gmail.com; www.facebook.com/Anchise.RSA.RSD.Sanita

Fondazione Promozione Sociale onlus– Presidente: Maria Grazia Breda – info@fondazionepromozionesociale.it    www.fondazionepromozionesociale.it

Medicina Democratica – Referente: Valsecchi Laura – l.valsecchi@medicinademocratica.org  www.medicinademocratica.org