CNESC CONFERENZA NAZIONALE ENTI SERVIZIO CIVILE, GRANDE RIFORMA: “MANCANO 10.000 POSTI PER ARRIVARE ALL’OBIETTIVO DI 50.000”

CNESC CONFERENZA NAZIONALE ENTI SERVIZIO CIVILE, GRANDE RIFORMA: “MANCANO 10.000 POSTI PER ARRIVARE ALL’OBIETTIVO DI 50.000”

27 Ago 2020

Ulteriori 20 milioni di euro dal governo per il servizio civile nel 2020. Significa 40.000 posti. Ma mancano risorse per gli altri 10.000 posti previsti”. Parole della Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile CNESC a fine luglio 2020.

 

Rispetto alla richiesta che 155 enti di servizio civile e della rappresentanza degli operatori volontari avevano rivolto al governo, quindi, le risorse arriveranno ma non come previsto. La Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile CNESC di fine luglio 2020 afferma infatti che “lo stanziamento previsto per l’anno 2020 copre svariate decine di migliaia di posti, ma ne mancano ancora 10.000. Proveremo a chiedere emendamenti nella conversione del decreto, per evitare che l’avvio della programmazione triennale coincida con tagli pesantissimi ai programmi depositati dagli enti. Siamo consapevoli, però, che il vero banco di prova sarà la legge di stabilità 2021-2013″.

 

La Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile CNESC è l’associazione che dal 1988 raccoglie alcuni dei maggiori enti convenzionati con l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile per l’impiego di obiettori di coscienza. Dal 2001, la Conferenza promuove il servizio civile nazionale, ai sensi della L. 64/01. Alla Cnesc aderiscono Acli, Aism, Anpas, Anspi, Arci Servizio Civile, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Avis nazionale, Caritas Italiana, Cesc Project, Cipsi, Cnca, Commissione Sinodale per la Diaconia CSD, Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia, Cong. P.S.D.P. ist. Don Calabria, Federazione SCS / CNOS Salesiani per il Sociale, Federsolidarietà / CCI, Focsiv, Inac, Legacoop, Movimento Cristiano Lavoratori MCL, Shalom, Telefono Azzurro, Uildm, Unitalsi, Unicef, Unpli. Cesc e Movimento Nonviolento in qualità di osservatori. https://www.cnesc.it/chi-dove-siamo/chisiamo.html .

 

Per il servizio civile sono arrivati al momento 41 milioni di euro, cifra esigua secondo la Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile CNESC. “Sono notevoli gli sforzi messi in campo dalle organizzazioni e dagli operatori volontari durante la fase acuta della pandemia da coronavirus. Sono necessari investimenti governativi per far vivere dodici mesi di presa di consapevolezza ai giovani, per potenziare i servizi per i cittadini e le comunità locali, per il sostegno agli enti locali e al Terzo Settore. Dunque siamo di fronte a una riforma ambiziosa per un servizio civile universale, ma priva di strumenti e risorse. Dialogheremo con il governo”.

Michele Baldoni