CONCLUSA LA MANIFESTAZIONE “NATALE TRA UMBRIA E TOSCANA”

CONCLUSA LA MANIFESTAZIONE “NATALE TRA UMBRIA E TOSCANA”

10 Gen 2022

CITTÀ DI CASTELLO – Si è conclusa la manifestazione “Natale tra Umbria e Toscana”, organizzata da Museo del Duomo e Diocesi di Città di Castello in collaborazione con i Comuni altotiberini: purtroppo la crescita dei contagi dei contagi da Coronavirus e le necessarie restrizioni correlate alle misure di contenimento della pandemia hanno portato all’annullamento di alcuni degli appuntamenti in calendario. In totale, 7 sono stati gli appuntamenti che si sono regolarmente tenuti, nel massimo rispetto delle disposizioni ministeriali.

Sabato 11 dicembre, a Palazzo Bourbon del Monte di Monte Santa Maria Tiberina, alla presenza del sindaco Letizia Michelini e dell’assessore al turismo Michele Simoni, si è tenuta la presentazione del progetto fotografico “Gli animali nostri insegnanti” a cura di Iris Valorosi.

Venerdì 17 dicembre, nella chiesa parrocchiale di Lama, l’Orchestra Giovanile d’Archi “Novamusica” diretta da Laureta Cuku Hodaj ha tenuto il concerto Violini sotto le stelle alla presenza, tra gli altri dell’assessore alle politiche culturali del Comune di San Giustino Milena Crispoltoni Ganganelli e del parroco don Francesco Mariucci.

Domenica 19 dicembre l’Auditorium Santa Chiara di Sansepolcro ha visto l’esibizione del baritono Andrea Sari con altri straordinari interpreti della Fondazione Puccini per un omaggio al grande musicista: erano presenti il sindaco Fabrizio Innocenti e l’assessore alle politiche culturali Francesca Mercati.

Giovedì 23 dicembre la Chiesa della Collegiata di Pieve Santo Stefano ha ospitato Natale in Chorus, con il Coro Altotiberino di Pieve diretto da Andrea Pisani e l’orchestra giovanile d’archi “I concertisti”, alla presenza dell’assessore alle politiche culturali Luca Gradi.

Domenica 26 dicembre la Corale “Braccio Fortebraccio” di Montone diretta da Stefania Cruciani si è esibita nella locale Chiesa Collegiata, alla presenza del sindaco Mirco Rinaldi e del vicesindaco Roberta Rosini.

Sabato 1° gennaio la manifestazione si è spostata al Palazzo Pretorio di Anghiari, con l’apertura straordinaria e la visita alle antiche carceri ed al teatro grazie a Gabriele Mazzi, direttore del Museo della Battaglia: a portare i saluti è stato il sindaco Alessandro Polcri ed era presente anche Alberica Barbolani da Montauto, assessore alle politiche culturali.

L’ultimo appuntamento ha visto il 5 gennaio il Coro Gospel Altotiberino diretto da Paolo Fiorucci esibirsi al Teatro comunale di Monterchi, alla presenza del sindaco Alfredo Romanelli, del vicesindaco Enzo Giuntini e dell’assessore alle politiche culturali Manuela Malatesta.

Tutti gli eventi sono stati introdotti dalla dott.ssa Catia Cecchetti (direttrice del Museo del Duomo di Città di Castello, ideatrice e coordinatrice della manifestazione): “Il bilancio finale di questa 6^ edizione – dichiara – è positivo, soprattutto tenendo in considerazione le limitazioni correlate ai provvedimenti anti-Covid. È stato comunque dato un segnale importante non solo di rispetto delle regole, con l’obbligo di Super Green Pass e mascherina Ffp2, ma anche un segnale di fiducia per il futuro, per lo svolgimento di eventi culturali in assoluta sicurezza. L’appuntamento previsto è ora per “Pasqua tra Umbria e Toscana”, manifestazione che giungerà quest’anno all’8^ edizione”.