CONCORSO FOTOGRAFICO “TODI: POLVERE DI STELLE SUL TEMPIO DELLA CONSOLAZIONE”, INIZIATIVA E.T.A.B.

CONCORSO FOTOGRAFICO “TODI: POLVERE DI STELLE SUL TEMPIO DELLA CONSOLAZIONE”, INIZIATIVA E.T.A.B.

22 Ago 2020

TODI – “Todi: Polvere di Stelle sul Tempio della Consolazione”, al via l’8° edizione del concorso fotografico de La Consolazione E.T.A.B. . L’evento è riferito alla festa dell’8 settembre 2020, per la prima volta in tempo di coronavirus.

 

Il consiglio di amministrazione di La Consolazione E.T.A.B. a inizio agosto 2020 ha approvato il programma dei festeggiamenti civili e religiosi della festa dell’8 settembre. L’occasione prevede, tra le tante iniziative, il concorso fotografico “Todi: Polvere di Stelle sul Tempio della Consolazione” giunto all’ottava edizione. Due le sezioni tematiche previste: la prima riferita ai fuochi artificiali, l’altra dedicata alle foto della festa al tempo del coronavirus. La presidente E.T.A.B. Claudia Orsini afferma che “riguardano scatti in occasione della festa dell’8 settembre 2020 che, per la prima volta nella nostra tradizione centenaria, deve svolgersi conciliando lo spirito di aggregazione con il necessario distanziamento sociale. Gli scatti dovranno documentare il modo in cui ognuno interpreta l’esperienza dei particolari festeggiamenti di quest’anno”.

 

La partecipazione al concorso “Todi: Polvere di Stelle sul Tempio della Consolazione” è libera, gratuita ed è aperta ai fotoamatori e fotografi professionisti. La presidente E.T.A.B. orsini spiega che “si può partecipare con non più di 4 opere per ogni sezione. Il regolamento del concorso è pubblicato sul nostro sito web https://etabtodi.it/ nonché nell’albo online del Comune di Todi”.

 

L’ente “E.T.A.B. la Consolazione” di Todi è l’erede di un’antica “Opera Pia”, fondata nel 1507 dai cittadini allo scopo di amministrare i lasciti a favore dei bisognosi e provvedere alle cure del Tempio della Consolazione. Si tratta di un’opera d’arte unica al mondo, per purezza di stile e perfetta armonia delle forme. Dopo 5 secoli, l’ente è tuttora attivo nel territorio, con interventi di solidarietà e con un’attenta valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città.

Michele Baldoni