CORONAVIRUS, FIRMATA NUOVA ORDINANZA REGIONALE IN VIGORE FINO AL 6 APRILE

CORONAVIRUS, FIRMATA NUOVA ORDINANZA REGIONALE IN VIGORE FINO AL 6 APRILE

22 Mar 2021

PERUGIA – In considerazione del mutamento della situazione epidemiologica umbra, sentito il Ministro della Salute e il parere del Comitato tecnico scientifico regionale, è stata firmata una nuova ordinanza regionale in vigore sino al 6 aprile, che sostituisce l’ordinanza numero 23 del 12 marzo scorso.

La principale novità introdotta riguarda, a partire da lunedì 22 marzo, la scuola.
Si svolgono infatti in presenza le attività dei servizi socioeducativi della prima infanzia (0-36 mesi), i servizi educativi della scuola dell’infanzia (sino a 6 anni) e le lezioni delle scuole primarie nei comuni dei distretti sanitari la cui media territoriale di contagi settimanali non supera i 200 casi ogni 100.000 abitanti (esclusi i Comuni che pur facendo parte dei suddetti distretti evidenzino un incremento critico individuato dalla sanità).

Si svolgono ancora con didattica a distanza le lezioni delle scuole secondarie di primo e secondo grado in tutto il territorio regionale, nonché quelle delle scuole primarie nei distretti sanitari con un’incidenza media maggiore a 200 casi ogni 100.000 abitanti.
Da lunedì 22 marzo sono dunque aperti i servizi educativi e le scuole dell’infanzia (0-6 anni) e si svolgono in presenza le lezioni delle scuole primarie (mentre rimangono con didattica a distanza al 100% tutte le altre scuole secondarie di primo e secondo grado) nei comuni di:

Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Sigillo, Scheggia e Pascelupo (distretto Alto Chiascio);

Collazzone, Deruta, Fratta Todina, Marsciano, Massa Martana, Monte Castello di Vibio, San Venanzo e Todi (Media Valle del Tevere);

Corciano, Perugia, Torgiano (Perugino);

Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Tuoro sul Trasimeno (Trasimeno);

Alviano, Attigliano, Avigliano Umbro, Calvi dell’Umbria, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Narni, Otricoli, Penna in Teverina (Narnese Amerino).
Sono sospesi i servizi educativi e le scuole dell’infanzia (0-6 anni) e si svolgono con didattica a distanza al 100% tutte le lezioni delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado nei comuni di:

Bevagna, Foligno, Gualdo Cattaneo, Montefalco, Nocera Umbra, Sellano, Spello, Trevi, Valtopina (Folignate);

Amelia, Giove (Narnese Amerino);

Allerona, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ficulle, Montecchio, Monteleone d’Orvieto, Montegabbione, Orvieto, Parrano, Porano (Orvietano); Citerna, Città di Castello, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Pietralunga, San Giustino, Umbertide (Alto Tevere);

Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Valfabbrica (Assisano);

Cascia, Cerreto di Spoleto, Norcia Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Vallo di Nera Cascia, (Valnerina);

Acquasparta, Arrone, Ferentillo, Montefranco, Polino, San Gemini, Stroncone, Terni (Ternano);

Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria, Spoleto (Spoletino).

Quanto al commercio, è confermata su tutto il territorio regionale la chiusura domenicale dei negozi di vicinato (che possono rimanere aperti l’intera giornata del sabato), la chiusura alle ore 14 del sabato delle medie e grandi superfici e per tutto il week-end i centri commerciali, fatta eccezione per farmacie, presidi sanitari, ottici, generi alimentari, commercio di autoveicoli e moto, prodotti agricoli e florovivaistici, edicole, librerie e tabacchi.

link ad Ordinanza n.25 https://bit.ly/3f3doSl

allegato 1 https://bit.ly/3s2Z2VH

allegato 2 https://bit.ly/3luvoWT