COVID-19, MAGGIORI CONTROLLI ANTI ASSEMBRAMENTO A CITTÀ DI CASTELLO

COVID-19, MAGGIORI CONTROLLI ANTI ASSEMBRAMENTO A CITTÀ DI CASTELLO

22 Mar 2021

CITTÀ DI CASTELLO – “Anche i dati di ieri sono migliori rispetto al recente passato, con 23 guariti a fronte di 14 nuovi positivi”. L’ha sottolineato sabato il sindaco Luciano Bacchetta nel consueto aggiornamento della situazione dell’emergenza Covid-19 a Città di Castello, osservando come ci sia “una impercettibile ma significativa inversione di tendenza negli ultimi giorni, nei quali il numero dei guariti è tornato a superare i nuovi positivi: speriamo che questo dato si possa confermare nei prossimi giorni, perché allora potremmo dire che la fase più complessa e difficile è stata già raggiunta”.

Bacchetta e l’assessore competente Rossella Cestini rimarcano inoltre che “purtroppo a Città di Castello, come in Altotevere e in altri comuni dell’Umbria, tutte le scuole continueranno a restare chiuse anche la prossima settimana, alla luce della decisione assunta dalla Regione sulla base delle attuali percentuali di contagi nel nostro territorio, che sono ancora superiori alla soglia per la riapertura dell’attività educativa in presenza. L’auspicio è che la situazione possa cambiare presto e consentirci di riaprire almeno le scuole dell’infanzia e le primarie, un segnale importante di ripartenza che vorremmo tanto dare”

 

Insieme all’assessore alla Polizia Municipale Michela Botteghi, il sindaco riferisce della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica convocato dal Prefetto Armando Gradone “nella quale sono state date indicazioni più stringenti sui controlli che dovranno essere effettuati”. “La circolazione delle persone – sottolineano Luciano Bacchetta e Michela Botteghi continua ad essere notevole, ma siamo in una fase di passaggio alla vaccinazione di massa nella quale è fondamentale che le prescrizioni vengano rispettate. Riceviamo continue segnalazioni di violazioni delle regole, specie da parte di cittadini di certe fasce d’età. Proprio per questo i controlli verranno aumentati da parte delle forze dell’ordine, perché questa è l’indicazione della Prefettura di Perugia. La Polizia Municipale lavorerà in collaborazione con gli altri corpi impegnati nella tutela della legge, soprattutto sul versante degli assembramenti nei luoghi pubblici. Rispettare le regole è una doverosa assunzione di responsabilità per ciascuno di noi e significa anche portare rispetto al lavoro di tutti gli organi di polizia, che da oltre un anno sono in prima linea nell’interesse della collettività”

Il sindaco conclude aggiornando la situazione dell’apertura del secondo punto vaccinale a Città di Castello nella palestra dell’Istituto “Ippolito Salviani”, confermando che “la Provincia di Perugia ha autorizzato l’utilizzo della struttura, per cui i lavori di allestimento possono partire”. “Il Comune e la Provincia di Perugia – conclude Bacchetta – hanno fatto il proprio dovere mettendo a disposizione un luogo idoneo- Spetta ora all’Usl Umbria 1 e alla Regione renderlo operativo ed aprirlo quanto prima, dando così fondamentale impulso nel nostro territorio ad una campagna di vaccinazione di massa che è la vera ed unica soluzione nella battaglia al Covid-19”.

 

LINK VIDEO SINDACO BACCHETTA SU COVID-19:

https://cloud.comune.cittadicastello.pg.it/index.php/s/NRDXq55ipac33wL