Decreto Cura Italia: le novità per associazioni sportive e loro collaboratori

Decreto Cura Italia: le novità per associazioni sportive e loro collaboratori

6 Apr 2020

Un nuovo approfondimento a cura del servizio consulenze del Cesvol Umbria*

 

Circa l’indennità per i collaboratori sportivi di associazioni sportive dilettantistiche (di cui dall’art. 96 del D.L. 18/2020  – c.d. Decreto Cura Italia), di seguito sintetizziamo quanto segue.

  • Da quanto si apprende dalla stampa specializzata, entro oggi lunedì 6 aprile (o comunque nei prossimi giorni) sul sito eudovrebbe essere operativa la piattaforma per la richiesta del bonus.
  • Sulla base di quanto previsto dagli art. 27 e 96 del D.L. 18/2020, l’indennità è riservata ai collaboratori con rapporto di collaborazione in essere alla data del 23 febbraio 2020,non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie. Quindi è incompatibile con altri redditi di lavoro.

 

Premesso che l’art. 96 del  c.d. “Decreto cura Italia” prevede unicamente una autocertificazione circa l’esistenza di un rapporto di collaborazione sportiva al 23/02/2020, e che sarà solo l’emanando decreto attuativo a specificare cosa servirà per la domanda, di seguito elenchiamo la documentazione che, anche se non necessaria per la presentazione della domanda, si renderà certamente utile in caso di successivi controlli:

  1. contratto di collaborazione sportiva
  2. certificato di iscrizione al registro CONI dell’ASD/SSD
  3. tesseramento del collaboratore
  4. documento di identità e codice fiscale del collaboratore
  5. tesserino da istruttore federale o dell’EPS
  6. autocertificazione attestante che la collaborazione sportiva è in essere alla data del 23.02.2020

 

Nell’attesa della pubblicazione del Decreto e che vengano definite le relative procedure informatiche  e istruzioni, ci permettiamo di consigliare di cominciare comunque  a predisporre la documentazione sopra indicata e, soprattutto nel caso venisse confermato il così detto “click day”( ovvero l’erogazione del bonus in ordine di arrivo della domanda), ai collaboratori, di avere a disposizione quanto segue:

  • copia scansionata (o fotografata) di un documento di identità e codice fiscale;
  • nel caso che sia previsto un modello cartaceo, una stampante per stampare e firmare l’autocertificazione in originale (sul modello che sarà messo a disposizione da Sport & Salute) e un sistema per scansionarla o fotografarla, ovvero (preferibilmente) di una firma su pdf applicabile direttamente sul file della domanda senza necessità di procedere a stampa, firma e scansione
  • coordinate del proprio conto corrente

 

*testo a cura del Dott. Antonio Sisca, dottore commercialista e consulente Cesvol Umbria