News in primo piano

Notizie in evidenza, leggi e condividi…

“DONIAMOCI” 2020, PROGETTO ASSOCIAZIONI VOLONTARIATO E INIZIATIVE PER STUDENTI

“DONIAMOCI” punta a promuovere la cultura della donazione. Le associazioni A.I.D.O. , A.N.E.D. , Avanti Tutta e A.V.I.S. programmano un evento per 8 e 9 maggio 2020. I partner: Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia, Centro Regionale Trapianti e Ufficio Scolastico regionale

Sensibilizzazione alla cultura del dono, le associazioni organizzano l’edizione 2020 del progetto. Un progetto che si snoda lungo tutto il 2020, grazie a sezione di Perugia A.I.D.O. (Associazione Italiana per la Donazione degli Organi, Tessuti e Cellule), comitato regionale A.N.E.D. (Associazione Nazionale Emodializzati, Dialisi e Trapianto-onlus), associazione AVANTI TUTTA e sezione comunale di Perugia A.V.I.S. (Associazioni Volontari Italiani del Sangue). Il progetto “DONIAMOCI” è realtà, grazie alla sottoscrizione di novembre 2019 del protocollo d’intesa.

Si rinnova quindi l’iniziativa nata nel 2018, a cui si lega l’evento di maggio 2020 dedicato agli studenti. Il progetto “Doniamoci” è volto a promuovere la cultura della donazione. Nasce dalla cooperazione
tra le varie associazioni di volontariato. Con l’iniziativa si intende promuovere corretti stili di vita e relazionali in materia di solidarietà. Il presidente sezione provinciale di Perugia A.I.D.O. Gabriele Rondini rimarca l’importanza del progetto. “E’ un incentivo a solidarietà e senso civico. La donazione degli organi, del sangue, del midollo, del cordone, quindi di una parte di noi sono testimonianze dell’esperienza del donare, formativa nelle relazioni sociali”.

Dunque è in cartellone per maggio 2020 il doppio concorso per gli studenti, legato a “DONIAMOCI”. Promotrici le associazioni A.I.D.O., A.N.E.D., A.V.I.S. e Avanti Tutta, assieme al Centro Regionale Trapianti. Partner dell’evento Regione Umbria, Provincia e Comune di Perugia. Il coordinatore del Centro Regionale Trapianti, dottor Atanassios Dovas, illustra “il concorso ‘Mi voglio donare’, rivolto alle scuole, che prevede attività di poesia, disegno, fotografia, modellazione. L’altro concorso è ‘DOnarSI’, un talent rivolto a studenti di scuole e università che si svolgerà presso il Cantiere 21″. I due concorsi nascono dalla collaborazione tra associazioni e Ufficio Scolastico Regionale. Il dottor Dovas sottolinea l’importanza della donazione di organi, di sangue e il lavoro svolto dal centro trapianti. “Siamo una struttura fondamentale dove il donatore volontario può concretamente realizzare il proprio desiderio. Parlo di tutte le tipologie di donazione” –
conclude Dovas. La sinergia con associazioni, scuole, comuni consentirà di informare i cittadini sulla possibilità di rilasciare la propria dichiarazione di volontà alla donazione degli organi, possibile in occasione del rinnovo del documento d’identità.

“Per mezzo del trapianto si può davvero tornare alla vita, nel vero senso della parola. Questo vuole dimostrare il comitato A.N.E.D. e la manifestazione “DONIAMOCI”. E’ necessario incentivare la cultura del trapianto in Umbria, finora poco diffusa”, spiega il segretario del comitato regionale dell’associazione Laura Ciacci. “Nel 2018 si è svolta una partita di pallavolo tra la Nazionale Trapiantati A.N.E.D. Sport e atleti umbri. Intendiamo mettere in piedi eventi nell’edizione dell’anno in corso”.

Il presidente sezione comunale di Perugia A.V.I.S. Fabrizio Rasimelli auspica l’apertura del progetto “DONIAMOCI” ad altre associazioni per coinvolgere la cittadinanza. “All’interno delle
scuole proponiamo il Presidio del Volontariato, realtà dall’importanza notevole”.

Federico Cenci, consigliere di Avanti Tutta, dichiara che “è un progetto unico e importantissimo per il mondo associativo di questa città, un evento che ci vede uniti tra associazioni. La condivisione e la cooperazione tra di noi è il vero punto di forza del progetto DONIAMOCI”.

All’interno dell’evento sono previsti momenti di confronto su tematiche relative alla donazione, concerti, eventi sportivi,
stand informativi e anche premiazioni e riconoscimenti per i volontari più attivi.

Michele Baldoni – comunicazione Cesvol Umbria