EMERGENZA COVID-19, DA OGGI PRIMI PAZIENTI NELL’OSPEDALE DA CAMPO ALLESTITO DALL’ESERCITO ACCANTO AL “SANTA MARIA DELLA MISERICORDIA”

EMERGENZA COVID-19, DA OGGI PRIMI PAZIENTI NELL’OSPEDALE DA CAMPO ALLESTITO DALL’ESERCITO ACCANTO AL “SANTA MARIA DELLA MISERICORDIA”

12 Nov 2020

PERUGIA – Sono concluse le operazioni di realizzazione dell’ospedale militare da campo dell’Esercito Italiano chiesto dalla Regione Umbria, in coordinamento con la Protezione Civile, al Ministero della Difesa e destinato all’accoglienza di pazienti Covid-19 paucisintomatici.
Come da programma, i primi pazienti potranno essere trasferiti dall’Ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Perugia già dal primo pomeriggio di giovedì 12 novembre.
L’ospedale da campo, gestito completamente da personale sanitario militare, grazie alla coordinazione e collaborazione con l’Azienda Ospedaliera di Perugia ed al supporto fornito da tutte le componenti logistiche, ha potuto portare a termine la realizzazione in soli 3 giorni lavorando 24 ore su 24.
La struttura rientra tra le iniziative del Ministero della Difesa per implementare il supporto alla popolazione in questa delicata fase emergenziale e, come per i tamponi “drive-through”, è gestito e coordinato dal Comando Operativo di vertice Interforze della Difesa. Si inserisce nel Piano di salvaguardia predisposto dalla Regione Umbria.
L’Ospedale di Perugia, attraverso i propri servizi interni, fornirà il supporto di gas medicali, dpi, farmaci, analisi di laboratorio, esami di diagnostica e le principali forniture di energia elettrica, alimentazione idrica, connessione telefonica e dati tramite fibra ottica. A questi si aggiungono i servizi di logistica come lo smaltimento di rifiuti speciali, pulizie e biancheria.