GIOVANI AMBASCIATORI DI SANI STILI DI VITA AL TEMPO DEL COVID CON IL PROGETTO “SPORT ON AIR!”

GIOVANI AMBASCIATORI DI SANI STILI DI VITA AL TEMPO DEL COVID CON IL PROGETTO “SPORT ON AIR!”

19 Ott 2020

CITTÀ DI CASTELLO – Giovani ambasciatori di sani stili di vita al tempo del Covid. Approda anche a Città di Castello il progetto “Sport On air!”, finanziato per circa 150.000 euro dal bando EduCare del Dipartimento della Famiglia, per insegnare ai giovani l’inglese, la cucina sana e ad essere ambasciatori di stili di vita corretti.

A promuoverlo sono due realtà storiche della formazione cittadina quali l’Asp “G.O. Bufalini” e la Scuola “Sacro Cuore”, che fin dal 1911 condividono la missione educativa: all’epoca collaborando per aiutare gli adulti a prendere la licenza elementare, ora coinvolgendo 1.000 bambini e ragazzi in attività sportive con una modalità bilingue che adotteranno anche in cucina.

Il progetto è stato illustrato sabato mattina alla presenza dei rappresentanti dei Comuni di Città di Castello e San Giustino e delle associazioni sportive coinvolte, che sono Atletica Libertas, società sportiva Madonna del Latte, C.N.A.T. ’99 Amici del Nuoto, F.C. Castello Calcio, G.S. Lama Calcio A.S.D. e Virtus Sangiustino S.S.D., a cui si aggiunge come detto la Scuola paritaria “Sacro Cuore”.

“L’obiettivo del progetto – ha spiegato Stefano Briganti, presidente dell’Asp “G.O. Bufalini” – è quello di promuovere stili di vita sani attraverso lo sport, ma anche di stimolare, attraverso esperienze diverse, importanti dimensioni dell’esperienza individuale di bambini e ragazzi. Il progetto vuole anche promuovere la costruzione di maggiore cittadinanza e sostenibilità, attraverso un budget da spendere nei musei del territorio”.

“Le attività – ha detto entrando nello specifico direttore dell’Asp “G.O. Bufalini” Marco Menichetti – prevedono sessioni di allenamento in modalità bilingue con la presenza di un esperto. Particolare attenzione sarà dedicata anche all’aspetto della corretta alimentazione attraverso il gioco ed il learning by doing, il food design. Ai bambini della scuola paritaria “Sacro Cuore” saranno dedicati dei laboratori sensoriali, grazie all’aiuto degli studenti dei corsi di cucina della Scuola “Bufalini”, che si trasformeranno in giovani ambasciatori del ben-essere in cucina. Avremo però anche altri testimonial scelti all’interno di ogni associazione sportiva, che racconteranno ai loro coetanei la propria esperienza, saranno punti di riferimento sui temi dello sport e dei benefici di uno stile di vita sano ed incontreranno i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria “Sacro Cuore”.

 

Queste le attività previste:

LET’S MOVE!

Due ore aggiuntive per ogni società sportiva per le categorie Piccoli Amici, Primi Calci, Pulcini, Esordienti e Giovanissimi da gestire ed organizzare secondo le proprie necessità. Anche le categorie Esordienti e Ragazzi del CNAT e dell’Atletica Libertas avranno a disposizione 2 ore aggiuntive alla settimana per la durata del progetto. Un pomeriggio a settimana, uno o più istruttori dell’associazione sportiva si recheranno inoltre all’Istituto “Sacro Cuore” (partner del progetto) e svolgeranno attività negli spazi interni ed esterni della scuola. Tutti i partner del progetto, inoltre, durante i 6 mesi del progetto riserveranno 10 posti per i nuovi allievi non tesserati, garantendo loro la quota associativa, la copertura assicurativa e la divisa.

 

LET’S TRAIN!

Prevede l’affiancamento di un esperto dotato di competenze sia nell’insegnamento della lingua inglese che nella pratica sportiva: l’attività sarà implementata nei differenti impianti.

 

LET’S EAT!

Ogni associazione sportiva avrà a disposizione 4 incontri finalizzati a promuovere una corretta e sana alimentazione nella vita quotidiana e nello sport. I primi 3 incontri saranno divisi per fasce di età e le società sportive le potranno proporre ai propri tesserati, mentre il quarto evento sarà una giornata prettamente formativa dedicata ai genitori.

 

LET’S COOK!

È questo il nome dei laboratori dei bambini della scuola paritaria “Sacro Cuore”, a cui seguirà un incontro di restituzione per i genitori. Gli incontri verranno gestiti dai docenti del Centro di formazione professionale “G.O. Bufalini”. Con gli studenti dei corsi di cucina della scuola “Bufalini”, che si trasformeranno in giovani ambasciatori del ben-essere in cucina, i bambini saranno guidati in un gioco ispirato alle tecniche del food design.

 

LET’S FIND!

Sfrutta il potenziale educativo della città dando la possibilità ai bambini ed ai ragazzi di conoscere il patrimonio artistico e culturale del proprio territorio Ogni partner avrà a disposizione un budget da spendere nei musei del territorio in modo da essere in grado di proporre ai propri tesserati/studenti un’esperienza gratuita di conoscenza della propria città. Per le due scuole coinvolte il tutto si tradurrà di un’attività nell’organizzazione durante le ore scolastiche, in collaborazione con i propri docenti.

 

“La scuola “Bufalini” – hanno commentato le autorità istituzionali presenti, quali i sindaci di Città di Castello Luciano Bacchetta e San Giustino Paolo Fratini e gli assessori allo sport ed all’ambiente di Città di Castello Massimo Massetti e di San Giustino Andrea Guerrieri – sta sempre più acquisendo un suo profilo nella progettazione al servizio del territorio, distinguendosi per la capacità di tradurre in opportunità per il territorio gli assi di finanziamento su temi particolarmente strategici come la formazione, lo sport ed i sani stili di vita. In questo momento d’emergenza, in cui scuola e vita sociale sono gli ambiti principali degli interventi a difesa dal Covid, è quanto mai necessario potenziare gli spazi in cui i giovani possono relazionarsi e continuare a fare esperienze formative non direttamente legate al contesto scolastico. Lo sport è da sempre un grande vettore di relazioni e comportamenti. L’idea di trasformare i ragazzi in ambasciatori coglie la novità del linguaggio e della sensibilità dei giovani rispetto ai codici degli adulti e li usa per ottimizzare la comunicazione. Naturalmente l’apporto del ricco tessuto formativo, in questo caso rappresentato da “Bufalini” e “Sacro Cuore”, e la ricchezza delle nostre associazioni ha reso possibile una progettazione di alto profilo ed innovativa, nella quale anche le famiglie hanno un ruolo centrale e che siamo certi sarà apprezzata anche dal Ministero”.

 

LINK VIDEO:

https://cloud.comune.cittadicastello.pg.it/index.php/s/ydK97BLra5PKPAo

INTERVISTA 1: MARCO MENICHETTI, DIRETTORE ASP “G.O. BUFALINI”

INTERVISTA 2: LUCA MARINI, DIRETTORE GENERALE FC CASTELLO CALCIO