Il Premio Nicola Marrone per il sociale alle donne che aiutano gli altri

Il Premio Nicola Marrone per il sociale alle donne che aiutano gli altri

29 Set 2020

TERNI – Un’edizione interamente dedicata alle donne impegnate nel volontariato.
E’ a undici di loro che è stato assegnato il Premio Nicola Marrone per il Sociale 2020, promosso dall’odv Centro Sociale Culturale Ricreativo “Guglielmi”, dall’aps Rete sociale Guglielmi e dalla struttura comprensoriale Ancescao Comprensorio Umbria Sud, col patrocinio della Regione Umbria, della PROVINCIA DI TERNI e del Comune di Terni e del Cesvol Umbria.
Alla decima edizione del Premio, ospitata nel salone del Cesvol, ha preso parte Annalisa Marrone, la nipote di Nicola, indimenticato volontario ternano doc, una vita spesa per gli altri, fondatore del Guglielmi, il primo centro sociale della città.
Presenti gli assessori al welfare, Cristiano Ceccotti e alla scuola, Cinzia Fabrizi.
Il presidente del Guglielmi, Lorenzo Gianfelice, ha consegnato il riconoscimento a Mara Colla, presidente di Confconsumatori nazionale, Anna Rita Cosso, vice presidente nazionale di Cittadinanzattiva, Miranda Pinchi, presidente della struttura regionale Ancescao Umbria, Maria Grazia Proietti, responsabile della Comunità di Sant’Egidio, già dirigente medico dell’azienda ospedaliera di Terni, Stefania Parisi, direttore dell’ Istess – Istituto di Studi Teologici e Storico-Sociali, Adriana Lombardi, già dirigente regionale alla programmazione dei servizi sociali dell’Umbria e responsabile del Laboratorio sociale “familiarizzando” presso Centro sociale Polymer.
Premiate Erica Venturi, presidente dell’associazione RelAzion’Arti Terni, Maria Grazia Gentile, fisioterapista, Maria Giulia Cotini, scrittrice narnese, laureata in Storia delle religioni con lode, affetta dalla nascita da tetraparesi spastica, autrice di due libri, Manola Conti, presidente della Pro Loco Marmore (Terni) e Maristella Marinelli, storica socia del Guglielmi.
Dal momento della sua istituzione ad oggi il premio Nicola Marrone per il sociale è stato attribuito a cento tra persone e associazioni che hanno dato un contributo nel campo del volontariato, della promozione sociale, della tutela ambientale, della cultura e del giornalismo.