LA FONDAZIONE “HALLGARTEN FRANCHETTI – CENTRO STUDI VILLA MONTESCA” PRESENTA DUE NUOVI ADERENTI E TRACCIA IL BILANCIO DI FINE ANNO

LA FONDAZIONE “HALLGARTEN FRANCHETTI – CENTRO STUDI VILLA MONTESCA” PRESENTA DUE NUOVI ADERENTI E TRACCIA IL BILANCIO DI FINE ANNO

19 Dic 2019

Giovedì 19 dicembre la Fondazione “Hallgarten Franchetti – Centro Studi Villa Montesca” di Città di Castello ha tracciato in conferenza stampa i risultati e le attività svolte nel corso del 2019 ed ha presentato due nuovi ed importanti aderenti alla Fondazione: la Giunti Psycometrics e l’Università eCampus. Alla conferenza erano presenti il sindaco di Città di Castello  Luciano Bacchetta, il presidente della Fondazione prof. Angelo Capecci, l’assessore all’istruzione del Comune tifernate Rossella CestiniIacopo Del Gamba per la Giunti Psycometrics ed Antonello Ciliberti per l’Università eCampus. In rappresentanza della Regione Umbria, era presente il consigliere Valerio Mancini.

Il presidente Capecci, giunto quest’anno alla conclusione del suo mandato, aprendo la conferenza stampa ha ringraziato l’amministrazione comunale e tutti coloro che lavorano per il raggiungimento degli obiettivi della Fondazione. “Il 2019 – ha detto – ha visto la Fondazione attivissima nel perseguire tutti i suoi obiettivi: la programmazione delle attività è stata orientata a coprire le tradizionali aree di intervento, ma anche a creare un impatto rilevante sulle emergenze educative, con ambiti che hanno spaziato dalla promozione del patrimonio e della storia educativa, sociale e culturale di Villa Montesca alle iniziative educative ed al supporto alle scuole del territorio attraverso attività di progettazione nazionale ed europea”.

La Villa è entrata a far parte di importanti reti europee, quali la rete delle Ville ebraiche ed il circuito internazionale montessoriano: questi circuiti potrebbero portare numeri importanti di presenze turistiche a Città di Castello.

 

Numeri importanti quelli dettati dal Presidente Capecci: “Quasi 200 docenti di scuola primaria e secondaria e 50 educatori delle scuole d’infanzia hanno partecipato alle attività proposte, oltre 1.500 gli studenti coinvolti (nel dettaglio sono stati interessati 1125 studenti della scuola secondaria di secondo grado, 448 della scuola secondaria di primo grado e 137 della scuola primaria), oltre 30 adulti formati, altrettanti i docenti che hanno fatto formazione all’estero e 46 gli studenti che hanno beneficiato di iniziative di mobilità e scambio all’estero. Oltre 170, infine, gli esperti e i docenti da tutt’Europa che hanno preso parte ad incontri organizzati dalla Fondazione Villa Montesca a Città di Castello”.

“I principali temi sviluppati nel corso del 2019 – ha ricordato Capecci – sono stati quelli della pro-socialità, di nuovi modelli educativi, della lotta alla dispersione scolastica, dell’interculturalità e dell’integrazione sociale ed educativa, dello sviluppo e riconoscimento delle competenze digitali, dei bisogni educativi speciali, della prevenzione al bullismo e della lotta contro la violenza di genere, oltre all’emergente tema della violenza di coppia fra adolescenti. La Fondazione Villa Montesca ha inoltre promosso l’immagine turistica e culturale della città, promosso corsi di educazione per gli adulti (in particolare per adulti svantaggiati) e di formazione professionale, convegni e seminari: i suoi membri hanno partecipato a conferenze internazionali”.

Un ringraziamento “per l’impegno che il presidente, il consiglio di amministrazione e tutti i dipendenti svolgono quotidianamente per il successo degli obiettivi del Centro” è stato fatto dal sindaco Luciano Bacchetta. “La Fondazione – ha detto – ha lavorato bene nel corso di quest’anno, lo dimostrano i numeri elencati dal professor Capecci, con attività di altissima qualità e caratura internazionale. L’ingresso di due nuovi soci è un segnale importante per la capacità attrattiva che la Fondazione svolge e quindi anche per le prospettive e potenzialità future”. Il sindaco ha poi evidenziato “la difficoltà che ancora permane nella definizione di una modalità di gestione definitiva della Villa, che dovrà essere affidata alla Fondazione”, rilevando che “deve inoltre essere identificato un piano certo di messa a disposizione di risorse finanziarie da parte della Regione per operare i necessari investimenti”. “Il Comune – ha concluso – farà in ogni caso la sua parte nel contribuire alla gestione del complesso”

Il presidente Capecci ha poi presentato ufficialmente, ringraziandoli, i due nuovi aderenti alla Fondazione: Antonello Ciliberti per l’Università eCampus e Iacopo Del Gamba per la Giunti Psycometrics.

Ricordando i numeri “impressionanti” dell’Università eCampus, conosciuta in tutta Italia e molto anche all’estero, il dott. Ciliberti ha sottolineato come questa nuova collaborazione non possa che “arricchire eCampus con un bagaglio culturale che si inserisce nei nostri progetti”. “Portiamo avanti infatti – ha aggiunto – il progetto di una cittadella universitaria, idea sposata anche dall’amministrazione e che vorremmo concretizzare entro ottobre 2020. Un’occasione importante per far conoscere anche la città ed attrarre tantissimi studenti, oltre che di grande importanza in quanto garantirebbe molti nuovi posti di lavoro”.

Iacopo Del Gamba ha invece ricordato come la collaborazione con la Fondazione sia iniziata già nel 2010, quando la Giunti Psycometrics entrò a far parte della compagine: “Per questo – ha affermato – è stata accolta con estremo interesse e soddisfazione l’opportunità di entrare a far parte della Fondazione e di aderire all’iniziativa che è perfettamente nelle corde della società. La Giunti Psycometrics si occupa di sistemi di valutazione psicologica, dei comportamenti, delle attitudini ed in taluni casi delle patologie di soggetti adulti, adolescenti, ma anche bambini e quindi in perfetto accordo con gli obiettivi di ricerca e studio della Fondazione”.

 

A breve il consiglio procederà alla nomina del presidente che subentrerà al prof. Capecci, ma sono già in programma numerose attività per il 2020, che già dai primi giorni di gennaio vedranno il Centro Studi Villa Montesca impegnato nelle proprie attività progettuali.