News in primo piano

Notizie in evidenza, leggi e condividi…

LA FONDAZIONE VILLA MONTESCA IN PRIMA LINEA PER SUPPORTARE QUESTO DIFFICILE MOMENTO DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE ITALIANE DOVUTO ALLA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS

Anche la Fondazione Villa Montesca in prima linea per supportare questo difficile momento delle istituzioni scolastiche italiane dovuto alla diffusione del coronavirus. Considerata l’esperienza che la Fondazione ha accumulato in questi anni nella gestione di processi di formazione a distanza e la grande progettualità europea in tema di piattaforme di e-learning, il presidente Angelo Capecci, in accordo con i consiglieri, ha deciso di comunicare alle autorità competenti la disponibilità della fondazione a fornire supporto consulenziale alle scuole per la gestione dei processi di apprendimento a distanza, oltre alla disponibilità di utilizzare in modo gratuito le proprie piattaforme @montesca-Learning e era-edu.com. Anche la piattaforma di MOOC (apprendimento massivo on-line) che rappresenta la frontiera dell’e-learning verrà aperta alle scuole che ne facessero richiesta.

La Fondazione ha inviato una nota al viceministro della Pubblica Istruzione Anna Ascani ed all’assessore regionale alla pubblica istruzione della Regione Umbria Agabiti, nella quale il presidente Capecci invita le autorità a considerare la possibilità di utilizzare i servizi della Fondazione pro bono. Analogo invito è stato indirizzato anche ai dirigenti scolastici dell’Alta Valle del Tevere.

“E’ una forma dovuta di solidarietà – dichiara il prof. Capecci – al mondo delle scuole che spesso è coinvolto dalla Fondazione in processi di innovazione didattica in vari progetti europei, in un momento di urgenza nel quale c’è la possibilità concreta e la necessità autentica di mettere le innovazioni esplorate e sperimentate al servizio della collettività educativa”,

Il servizio ICT della Fondazione, assieme ai ricercatori che lavorano sui temi dell’e-learning, si sta preparando ad accogliere più richieste possibili. La possibilità di fornire assistenza, oltre alla messa a disposizione di specifiche tecnologie telematiche, si concretizza anche nel fornire indicazioni e suggerimenti di carattere metodologico per la creazione di contenuti o per la gestione di processi di apprendimento sia nelle materie umanistiche che in quelle scientifiche.

La Fondazione in questi giorni sta ultimando un progetto di organizzazione di un master plurilingue on line destinato al mondo dell’editoria, che l’ Agenzia europea della cultura e dell’educazione ha affidato ad un consorzio di cui fanno parte anche l’Editore Giunti e l’Associazione Europea degli Editori.