News in primo piano

Notizie in evidenza, leggi e condividi…

La rassegna cinematografica di Oltre il visibile è dedicata alla maternità

La rassegna cinematografica di Oltre il visibile è dedicata alla maternità

AMELIA – La nuova proposta dell’associazione Oltre il Visibile di Amelia è incentrata questa settimana sulla maternità, considerata in tutte le sue più attuali sfumature.
La rassegna “Figli della Dea madre” organizzata per la Settimana mondiale per l’allattamento materno in collaborazione con l’ Associazione Lattemiele, prende il via questa sera nella sala Conti Palladini della Biblioteca Luciano Lama.
Con quattro incontri si tenterà, insieme al cinema, di svelare il mistero e l’insondabilità del rapporto madre-figlio, alternando sullo schermo realtà, epoche e schemi narrativi eterogenei, tenuti insieme dalla volontà di riprodurre le meccaniche dell’influenza materna sull’individuo.
Ritratti di grandi donne, madri, adolescenti: un vero e proprio omaggio all’intero universo femminile, partendo dalla maternità.
Stasera alle 21 la proiezione di J’ai tué ma mère, un film del 2009 scritto, diretto ed interpretato da Xavier Dolan.
Domani, venerdì 16 ottobre sarà la volta di Alle soglie della vita, un film del 1958 diretto da Ingmar Bergman con Bibi Andersson, Eva Dahlbeck, Max von Sydow, Ingrid Thulin.
La presentazione sarà a cura di Francesco Patrizi, critico cinematografico.
Sabato 17 ottobre, alle 18 e 30, Il primo respiro, un film del 2007 di Gilles de Maistre, mentre domenica 18 alla stessa ora Io sono con te, un film del 2010 diretto da Guido Chiesa incentrato sulla figura di Maria di Nazaret.