La tenuta dei Registri dei Volontari in base al Codice del Terzo Settore

La tenuta dei Registri dei Volontari in base al Codice del Terzo Settore

9 Nov 2022

PERUGIA – Incontri formativi e di orientamento gratuiti e in presenza, rivolti agli Enti del Terzo Settore, dopo Spoleto e Marsciano ecco le date per  Castiglione del Lago, Perugia e Gubbio
Si parlerà di tenuta dei registri dei volontari, con particolare riferimento agli ambiti di responsabilità dell’Ente e dei suoi Amministratori e agli obblighi assicurativi previsti dalle norme vigenti.
QUESTO IL CALENDARIO PROGRAMMATO:
15 novembre 2022 dalle 15.30 alle ore 17.30 Castiglione del Lago
Sala del teatro di Palazzo della Corgna – info e iscrizioni 075-6975789 trasimeno@cesvolumbria.org
16 novembre 2022 dalle 16.00 alle 18.00 Perugia 
via Campo di Marte 9 – info e iscrizioni 075-5271976 – formazionepg@cesvolumbria.org
17 novembre 2022 dalle 16.00 alle 18.00 Gubbio 
Sala Morena, Biblioteca Sperelliana – info e iscrizioni 075-8506177 gubbio@cesvolumbra.org
Gli incontri già realizzati sul tema
20 ottobre 2022 dalle 10.00 alle 12.00 Spoleto 
via Bandini 17 – info 0743-522820 – spoleto@cesvolumbria.org
21 ottobre 2022 dalle 16.00 alle 18.00 Marsciano
Sala Vallerani, Piazzetta San Giovanni – info  392-2091098 mediavalle@cesvolumbria.org
Il decreto ministeriale emanato il 6 ottobre 2021 dal Ministero dello Sviluppo economico di concerto con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali delinea, infatti, in maniera puntuale le modalità attraverso cui assolvere l’obbligo assicurativo per coloro che prestano attività di volontariato presso l’ente di terzo settore. Come precisato nel provvedimento, sono ricompresi nella copertura assicurativa i volontari cosiddetti «occasionali» a condizione che questi siano iscritti nel registro volontari di cui all’articolo 3 dello stesso decreto.
Gli ETS  anzitutto potranno adempiere agli obblighi previsti dall’articolo 18 del Codice del terzo settore attraverso polizze strutturate in forma collettiva o numerica, con cui – anche per il tramite delle proprie reti associative – vengano determinate in forza di un unico vincolo contrattuale, una molteplicità di rapporti assicurativi riguardanti una pluralità di soggetti assicurati, determinati o determinabili.
Necessaria, inoltre, la predisposizione e la tenuta di un «registro dei volontari» nel quale dovranno essere iscritti, ai fini assicurativi, i volontari che prestano la propria attività per l’ETS.