Mostra su Federico da Montefeltro, a Gubbio nel 2022. Rilancio per il territorio dell’intero Ducato, in sinergia tra Umbria e Marche

Mostra su Federico da Montefeltro, a Gubbio nel 2022. Rilancio per il territorio dell’intero Ducato, in sinergia tra Umbria e Marche

9 Dic 2020

GUBBIO – Sarà Gubbio a ospitare nel 2022, a 600 anni dalla nascita, la grande mostra che celebrerà la figura di Federico da Montefeltro, rilanciando tutto il territorio dell’antico Ducato, in sinergia tra Umbria e Marche. Nel Castello di Petroia si è tenuta la presentazione dell’evento “Federico da Montefeltro e Gubbio: lì è tucto el core nostro et tucta l’anima nostra”.

 

 

L’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Gubbio Oderisi Nello Fiorucci ha illustrato il lavoro svolto in sinergia, utile a realizzare l’evento concernente Federico da Montefeltro, 2022. Attenta ricerca, campagna di studio e lunghe indagini archivistiche che hanno portato all’ideazione della mostra dedicata. Previste anche pubblicazioni, itinerari, iniziative.

 

 

E’ stata l’assessora ai Beni Culturali della Regione Umbria Paola Agabiti a porre attenzione sulla mostra 2022 dedicata a Federico da Montefeltro, “condottiero, politico e mecenate, uomo che ha fatto la storia del Paese e del nostro territorio. Questa mostra sarà una preziosissima occasione per valorizzare le risorse artistico-culturali dell’Umbria e favorire la promozione turistica dell’area che ha visto compiersi le gesta del duca di Montefeltro. Arte e cultura rappresentano elementi fondamentali delle politiche regionali, in perfetta linea con la vocazione naturale del territorio umbro. Oggi più che mai, in questo momento così difficile causa Covid, deve essere la bellezza a portare speranza, futuro e progetti, in sinergia anche oltre i confini regionali”.

 

 

Lo stesso sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, commentando la mostra 2022 riguardante Federico da Montefeltro, ha sottolineato l’importanza della “centralità di fare rete per dar vita a progetti ambiziosi come quello che oggi presentiamo. In questo bellissimo castello illustriamo oggi il frutto di un lavoro collettivo che ha coinvolto Ministero, Comuni, Regioni, Diocesi e privati, insieme in un momento così duro causa Covid. Un mio sogno personale: nel 1982 ho avuto il privilegio, da giovane assessore, di dare il mio contributo all’ Anno Federiciano, in occasione del quinto centenario della morte di Federico, e oggi chiudo il cerchio insieme all’amico sindaco di Urbino, città con la quale, costruiremo un progetto culturale estremamente interessante. Operazioni culturali quindi che lascino il segno in termini di pubblicazioni e contributi alla ricerca”. Anche Maurizio Gambini, sindaco di Urbino, che ha portato il suo saluto in sede di conferenza stampa, ha sottolineato il percorso virtuoso di condivisione di intenti con il Comune di Gubbio e con tutti gli altri enti e le istituzioni coinvolte.

 

 

Paola Mercurelli Salari, direttore del Palazzo Ducale di Gubbio, ha affermato che “la Direzione Regionale Musei ha avviato una politica di rete sul territorio che proprio a Gubbio ha dato i sui risultati più concreti. Un’esperienza assolutamente positiva che riproporremo in due circostanze: la mostra del Nelli che inaugureremo nel 2021 e la grande mostra su Federico da Montefeltro del 2022. La politica di rete che ha dato vita a questa operazione non è stata condivisa soltanto tra musei, ma soprattutto con i territori. L’area del Montefeltro verrà coinvolta in una serie di percorsi che avranno come punti focali Gubbio e Urbino, e il Comitato scientifico sta dando un contributo davvero importante al successo della mostra”.

Michele Baldoni