News in primo piano

Notizie in evidenza, leggi e condividi…

“New generation community” costruisce le comunità educanti. Gli incontri territoriali al Cesvol di Terni, Amelia e Orvieto

AMELIA – Nelle sedi del Cesvol di Terni, Amelia e Orvieto si sono svolti gli incontri territoriali del progetto “New generation community”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, nelle zone sociali 10-11 e 12.
A coordinare i tavoli permanenti sulle povertà educative Sabina Curti e Elisa Moroni, del dipartimento di filosofia, scienze sociali, umane e della formazione dell’università degli studi di Perugia.
Obiettivo degli incontri, ai quali hanno preso parte tutti i referenti delle scuole, delle istituzioni e degli enti del terzo settore di ognuna delle tre zone sociali, coinvolti nel progetto “New generation community”, è quello di costruire insieme le linee metodologiche di funzionamento delle comunità educanti e creare le condizioni affinché la comunità arrivi, attraverso una metodologia e un metodo di rete, alla “definizione dei problemi inerenti la povertà educativa” e alla “scelta delle soluzioni” con cui affrontarli.
Il progetto “New generation community”, che ha l’obiettivo di contrastare la povertà educativa minorile in tutta la provincia di Terni, ha come capofila il Cesvol Umbria, Centro Servizi Volontariato – Terni Narni Amelia Orvieto che coordina il lavoro di 49 partner tra associazioni, scuole, cooperative sociali, istituzioni.
Tutti al lavoro per promuovere il benessere e la crescita armonica dei minori nella fascia di età 5-14 anni, in particolare di quelli a rischio o in situazione di vulnerabilità, con interventi volti a prevenire la dispersione scolastica, ad arricchire di contenuti e di esperienze i processi di insegnamento e apprendimento, a sviluppare competenze sociali, relazionali e cognitive, ad aumentare la motivazione e l’interesse dei minori verso la scuola.

Il progetto New generation community è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.
www.conibambini.org