Quinto Centenario morte Perugino, Commissione diocesana monsignor Marco Salvi, vicario generale

Quinto Centenario morte Perugino, Commissione diocesana monsignor Marco Salvi, vicario generale

2 Mar 2021

PERUGIA – Nel 2023 ricorre il quinto Centenario del maestro rinascimentale Pietro Vannucci (1523-2023). E’ proprio al Perugino, simbolo d’arte e cultura, che l’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve istituisce una Commissione diocesana presieduta dal vescovo ausiliare Marco Salvi.

 

 

La Commissione diocesana è composta da numerose personalità di rilievo. Don Simone Sorbaioli, don Paolo Cherubini, don Gino Ciacci, Gianni Rondolini, Giuseppe Capaccioni e Luca Nulli. Partiti i lavori pochi giorni fa , con lo scopo di mettere al centro del suo operato l’organizzazione di una serie di iniziative volte a valorizzare il ricco patrimonio storico-artistico dell’Archidiocesi perugino-pievese, che conserva opere del Divin Pittore e della sua Scuola in numerose chiese del nostro territorio.

 

E’ proprio monsignor Marco Salvi, vescovo ausiliare, a sottolineare che l’istituzione della Commissione diocesana è un’occasione importante per dare inizio ad un percorso di valorizzazione delle opere di proprietà della Diocesi: un patrimonio da tutelare ma anche da far conoscere attraverso mostre, conferenze e studi specialistici. Costituiamo un gruppo di lavoro ritenendo fondamentale la presenza della nostra Archidiocesi nelle celebrazioni che si andranno a programmare a livello regionale. L’Umbria, regione conosciuta in tutto il mondo per la sua arte e la sua spiritualità, deve molto alla personalità di Pietro Perugino, grande artefice del rinnovamento del linguaggio artistico rinascimentale”.

 

La Commissione diocesana intende dar avvio a un dialogo con istituzioni comunali, provinciali e regionali per una progettualità condivisa, in occasione della ricorrenza del Perugino. Valorizzazione del patrimonio artistico diocesano in vista del 2023, anno dedicato, a livello culturale, al quinto Centenario della morte di Pietro Vannucci.

Michele Baldoni