Natale 2020, con La Semente arrivano “Le strenne”. Dalla cooperativa sociale, il regalo natalizio enogastronomico di solidarietà

Natale 2020, con La Semente arrivano “Le strenne”. Dalla cooperativa sociale, il regalo natalizio enogastronomico di solidarietà

30 Nov 2020

LIMITI (SPELLO) – Lodevole iniziativa natalizia della cooperativa agricola di Limiti di Spello. In occasione del Natale 2020, da La Semente arrivano “Le Strenne”, gustoso regalo enogastronomico. Un vero progetto di solidarietà, che valorizza i prodotti tipici del territorio umbro.

 

Dalla cooperativa La Semente, a Limiti di Spello (PG), ecco come viene illustrata l’iniziativa natalizia. “Quest’anno a Natale da noi puoi trovare il regalo buono per tutti! Sei un’azienda e vuoi regalare ai tuoi fornitori e dipendenti le bontà del nostro territorio? O sei un privato che vuole augurare ai suoi cari buon Natale con gusto e solidarietà? Puoi regalare gli “Invasati” (ricavati da ortaggi e verdure coltivati nei campi della fattoria sociale), il miele delle nostre api e gli “Infiascati”. Questi ultimi sono la vera novità delle strenne natalizie de La Semente: una bottiglia di Sangiovese IGT e una bottiglia di Grechetto IGT prodotti con le uve della Cantina Di Filippo di Cannara raccolte dai ragazzi diversamente abili impegnati nella nostra cooperativa, nell’ottica dell’inclusione sociale e dell’inserimento lavorativo”. Per ricevere info ed effettuare le prenotazioni ecco i contatti: 0742.302033 (numero attivo anche su WhatsApp) e  commerciale@lasemente.it  .

 

La Semente è la visione di una collettività aggregata per un pieno sviluppo umano. Il suo progetto racchiude al suo interno tre anime: il Centro Diurno, la Fattoria Sociale e Il Distretto Rurale. Il centro diurno La Semente è nato grazie alla collaborazione costruttiva tra l’associazione ANGSA Umbria e l’Assessorato alla Sanità della Regione Umbria. È una struttura terapeutico riabilitativa della rete di risorse e servizi afferenti al Dipartimento di Salute mentale delle aziende sanitarie. A La Semente, vengono organizzati e svolti laboratori terapeutici quotidiani (in particolare di orto, back office, sala, cucina, teatro). I ragazzi sono costantemente seguiti e assistiti grazie al lavoro di operatori qualificati e specializzati e all’impegno delle tante figure coinvolte nel progetto. La fattoria sociale è nata a sua volta come spin off dell’Associazione ANGSA Umbria: dal sostegno alle persone diversamente abili con autismo e alle loro famiglie, si arriva così alla costituzione di una cooperativa, economicamente e finanziariamente sostenibile, per la gestione collettiva di problematiche sociali di larga scala che, per loro natura, superano i confini de La Semente stessa. Il progetto nasce dall’esigenza dei tanti genitori di ragazzi autistici che si sono interrogati sul futuro dei propri figli e figlie. Quali le prospettive di integrazione sociale? Quali le possibilità occupazionali? Da qui si è partiti, facendo tesoro anche delle esperienze delle realtà già operanti sul territorio italiano, sempre attenti alla necessaria innovazione. “Ci piace immaginare il nostro centro come un bene comune, un luogo che per sua identità e natura è slegato dal concetto di proprietà privata e della massimizzazione del profitto. Allo stesso tempo, un luogo che si caratterizza come piattaforma di condivisione rivolta al circostante. Un bene comune aperto, in cui si possa passare da esperienze didattiche a quelle di volontariato e formazione, dal contatto con la natura alla cogenerazione di servizi”.

 

 

La Fattoria Sociale La Semente collabora con istituzioni pubbliche, enti profit, il variegato mondo del terzo settore e la comunità locale. Grazie alle sue caratteristiche ha un’elasticità che raramente si osserva in settori extra-agricoli ed è perciò in grado di garantire risposte differenziate che rispettano l’approccio personalizzato. Un luogo nel quale le coltivazioni e gli spazi vengono gestiti da un gruppo misto di lavoratori, tra i quali sono presenti anche persone con handicap che si prendono cura della terra e delle diverse attività, privilegiando il metodo di produzione biologico, la protezione ambientale e paesaggistica e processi rispettosi dei valori sociali.
Infine, ultimo, ma non per importanza, il Distretto Rurale di Economia Solidale. Si è sviluppato grazie ad un associazione temporanea di scopo i cui aderenti sono l’Università degli Studi di Perugia – Dipartimento di Scienze Economiche/Estimative e degli Alimenti, Angsa Umbria Onlus, il Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria, l’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica dell’Umbria, la CIA Umbria, l’Azienda Agricola “le due Torri”, l’Azienda Agricola Biologica “Cuore Verde”, l’Azienda Agricola Filippucci Fabio, l’Azienda Agraria Fratelli Properzi e la Società Agricola Maridiana. Nell’ottica di un sistema fraterno per lo sviluppo di un welfare comunitario, dove diversità significa ricchezza, dove vengono organizzati eventi, implementate sperimentazioni commerciali e promosse azioni di marketing territoriale e sociale.

 

 

I contatti: La Semente, Limiti di Spello (PG). Centro diurno: 0742.303153, segreteria@angsaumbria.org .
Fattoria sociale: 0742 302033 , info@lasemente.it ; direzione@lasemente.it ; commerciale@lasemente.it ; comunicazione@lasemente.it .
Michele Baldoni