RIAPRE LA COLLEZIONE BURRI A PALAZZO ALBIZZINI 

RIAPRE LA COLLEZIONE BURRI A PALAZZO ALBIZZINI 

28 Apr 2021

CITTÀ DI CASTELLO – Giovedì 29 aprile si riaprono le porte della Collezione Burri a Palazzo Albizzini. A seguito del nuovo D.C.P.M. con il quale il Governo ha deciso di riaprire monumenti e musei, anche la Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, nel pieno rispetto delle normative vigenti e nella massima sicurezza, riapre uno dei musei dedicati al Maestro Alberto Burri, quello ospitato nel quattrocentesco Palazzo Albizzini.

“La lunga chiusura – dichiara Bruno Corà, presidente della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri – ha comportato molti disagi sia alla fruizione pubblica che alla Fondazione e cercheremo di superarli in osservanza alle normative vigenti. L’augurio è che questo sia l’inizio di una stagione più proficua. La Fondazione ha in calendario importanti esposizioni di carattere internazionale ed è per noi importante offrire un servizio culturale anche per i visitatori italiani”.

Se da giovedì si potrà tornare ad ammirare dal vivo le opere di Alberto Burri conservate a Palazzo Albizzini, servirà ancora un po’ di pazienza prima di rientrare agli Ex Seccatoi del Tabacco: la seconda sede museale dedicata al Maestro a Città di Castello è infatti chiusa a causa di lavori di ristrutturazione dell’edificio e dell’area dedicata ai grandi cicli pittorici.

“A fine estate è prevista la riapertura degli Ex Seccatoi del Tabacco – annuncia Corà – e per l’occasione è in programma un’importante riflessione pubblica tecnico-scientifica che darà ampio ragguaglio sulle migliorie apportate in questa sede museale che ospita i monumentali cicli pittorici di Burri”.

 

Da giovedì 29 aprile il museo, per un primo periodo, sarà aperto quattro giorni a settimana, dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 18,30: si potrà visitarlo solo su prenotazione.

Per prenotazioni ed informazioni:

tel. 075/8554649 (dal lunedì alla domenica in orario 10-13 e 14,30-18)

www.fondazioneburri.org

museo@fondazioneburri.org

L’ingresso dei visitatori è contingentato.

I turni di visita sono di un’ora e 30 minuti, per un massimo di 10 persone, nei seguenti orari: 10-11,30; 11,30-13; 14,30-16 e 16-17,30.

In questo primo periodo di riapertura sono sospesi le visite guidate, il noleggio di audioguide e le visite di gruppi.

La riapertura della sede di Palazzo Albizzini è per la Fondazione un segnale di grande importanza per il ritorno alla normalità. Fondamentale sarà la collaborazione di tutti per il rispetto delle regole necessarie a garantire la sicurezza del pubblico e del personale del Museo. Oltre all’ingresso dei visitatori contingentato e su prenotazione, negli orari sopra indicati, per l’accesso alla biglietteria ed alle sale espositive è obbligatorio indossare correttamente la mascherina e sanificare le mani tramite gli appositi dispenser messi a disposizione in biglietteria, nel percorso museale e nei bagni. È obbligatorio acconsentire alla misurazione della temperatura tramite termoscanner prima dell’ingresso in biglietteria. L’accesso al museo è vietato alle persone che presentano una temperatura uguale o superiore a 37,5° o sintomi influenzali. I visitatori sono pregati di attendere il proprio turno all’esterno del museo. L’ingresso in biglietteria ed al bookshop è consentito ad una persona alla volta, su indicazione del personale di vigilanza. È obbligatorio inoltre rispettare la distanza di sicurezza tra le persone di almeno un metro: apposita segnaletica a terra indica le modalità di accesso alla biglietteria. Il contingentamento del percorso museale avverrà per sale con apposite indicazioni: qualora si raggiungesse il numero massimo di capienza delle sale verrà comunicata l’eventuale sospensione degli ingressi. Sono preferiti i pagamenti con carta di credito o bancomat. Il personale del museo è preposto al controllo delle regole di sicurezza e delle modalità di accesso dei visitatori.