RIM ALTO TEVERE, CONSEGNATO IL KIT INFORMATICO AL COMUNE DI SAN GIUSTINO

RIM ALTO TEVERE, CONSEGNATO IL KIT INFORMATICO AL COMUNE DI SAN GIUSTINO

13 Apr 2021

SAN GIUSTINO – È stato consegnato al Comune di San Giustino il primo kit informatico di RIM, la rete interattiva che unisce in una sola app ben 10 musei dell’Alto Tevere. L’iniziativa si è svolta sabato 10 aprile nella sala del Consiglio comunale di Città di Castello, dove l’assessore tifernate alla cultura Vincenzo Tofanelli ha consegnato al sindaco di San Giustino Paolo Fratini ed all’assessore alla cultura sangiustinese Milena Ganganelli alcune dotazioni tecnologiche ed informatiche che permetteranno di aggiornare direttamente e con tempestività i contenuti dei singoli territori.

“La manutenzione – spiega Tofanelli – è l’elemento che fa la differenza nelle piattaforme digitali, che spesso sono bellissime ma perdono smalto per la difficoltà di offrire contenuti sempre nuovi, aggiornati e canali di dialogo attivi. RIM è un progetto che mette insieme rete e gestione dell’infrastruttura, coinvolgendo i territori e i musei in modo da tagliare i tempi e garantire un’informazione di qualità”.

“San Giustino – ha affermato Milena Ganganelli – ha aderito fin dall’inizio a RIM ed ha esteso la sua presenza anche con il Castello Bufalini. L’Amministrazione comunale ha intenzione di impegnarsi in questo progetto pilota, che attraverso un’app già permette di prenotare una visita al museo, chiedere informazioni e pianificare anche a distanza cosa vedere e come muoversi sul territorio, grazie a schede descrittive, suggerimenti di itinerari, video emozionali e una galleria fotografica. Siamo certi che sarà un grande veicolo di promozione per tutta la vallata”.

 

RIM, la rete interattiva museale dell’Alto Tevere, è un sito ed una app, scaricabile su Apple Store e Google Play.

Finanziato nel 2020 dalla Regione, vede come capofila il Comune di Città di Castello insieme a Monte Santa Maria Tiberina e San Giustino, con il supporto dell’ASP “G.O. Bufalini” ed il coordinamento scientifico di Francesca Mavilla.

I musei che hanno aderito a RIM sono:

la Pinacoteca comunale, il Centro delle tradizioni popolari “Livio Dalla Ragione”, il Museo malacologico Malakos, la Collezione tessile “Tela Umbra”, il Centro di Documentazione delle Arti grafiche “Grifani-Donati” 1799 e la Fondazione Palazzo Albizzini – Collezione Burri a Città di Castello;

Villa Graziani e il Museo archeologico della Villa di Plinio il Giovane, il Museo storico-scientifico del Tabacco e lo Stabilimento tipografico “Pliniana” a San Giustino;

Palazzo Museo Bourbon del Monte a Monte Santa Maria Tiberina.

Attraverso l’app, sarà infatti sufficiente inquadrare i codici QR posizionati all’ingresso delle singole sale, o in prossimità di oggetti di rilievo delle collezioni museali aderenti, per accedere a speciali contenuti multimediali in cui sono analizzate le specificità di un’opera, si ricevono suggerimenti su oggetti o luoghi ad essa collegati, si aprono dei video di approfondimento, si consultano ricette o si partecipa a vere e proprie cacce al tesoro.

Gli ultimi interventi propongono approfondimenti dedicati alla presenza di Raffaello e Luca Signorelli a Città di Castello (con la possibilità di consultare schede di approfondimento anche con notizie e immagini delle opere ora collocate altrove), altri a Tela Umbra ed al legame tra i Baroni Franchetti e Maria Montessori, alle tecniche a stampa della Grifani Donati e della Pliniana, alla storia della Repubblica di Cospaia, al Museo del Tabacco di San Giustino, al legame tra i Bourbon del Monte e Caravaggio a Monte Santa Maria Tiberina, alla storia della presenza di Plinio il Giovane a Villa Graziani, ai cibi della tradizione ed alle caratteristiche delle conchiglie che è possibile ammirare nel Museo “Malakos” di Garavelle, alle opere presenti all’interno delle Collezioni Burri.

I QR code di approfondimento sono 38 e tutti i testi sono in italiano ed in inglese sia nel sito che nell’app.

Il sito RIM Alto Tevere offre anche itinerari nel territorio dedicati all’archeologia, al Rinascimento e all’arte contemporanea in Alta Valle del Tevere, ma anche alla botanica, al paesaggio ed all’artigianato, realizzati grazie al contributo di numerose realtà culturali e museali.

“Voglio ringraziare – ha concluso Tofanelli – il Servizio Musei e Biblioteche della Regione Umbria diretto dalla dott.ssa Antonella Pinna, l’ASP “G.O Bufalini”, la dott.ssa Francesca Mavilla e tutti i soggetti coinvolti nell’innovativo progetto. In questo difficile momento per la situazione sociale e culturale del nostro Paese a causa dell’emergenza sanitaria, RIM Alto Tevere vuole stimolare anche gli studenti delle scuole del territorio ad approfondire le peculiarità del patrimonio culturale che li circonda, in favore di una maggior consapevolezza del suo valore. A questo scopo, sono stati proposti agli Istituti scolastici laboratori e incontri per conoscere meglio il progetto e i musei aderenti”.

Per informazioni:

info@rimaltotevere.it

Pagina Facebook Rete Interattiva Museale Alto Tevere

Pagina Instagram RIM Alto Tevere.

 

LINK VIDEO PROGETTO RIM:

https://cloud.comune.cittadicastello.pg.it/index.php/s/9ACm7e5PELqHttm

INTERVISTA 1: VINCENZO TOFANELLI, ASSESSORE ALLA CULTURA DEL COMUNE DI CITTÀ DI CASTELLO

INTERVISTA 2: MILENA CRISPOLTONI, ASSESSORE ALLA CULTURA DEL COMUNE DI SAN GIUSTINO