SOSTEGNO A PAZIENTI ICTUS E A PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI. 5 PER MILLE ALL’ASSOCIAZIONE PER LA LOTTA ALL’ICTUS CEREBRALE A.L.I.CE. , SEDE UMBRIA

SOSTEGNO A PAZIENTI ICTUS E A PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI. 5 PER MILLE ALL’ASSOCIAZIONE PER LA LOTTA ALL’ICTUS CEREBRALE A.L.I.CE. , SEDE UMBRIA

2 Ago 2020

CITTA’ DELLA PIEVE – Doveroso aiuto a pazienti ictus, nonché a persone non autosufficienti inel territorio regionale. Donando il 5 per mille all’ Associazione per la Lotta all’Ictus CErebrale A.L.I.Ce. Umbria si compie un gesto di notevole importanza.

 

La mission                   L’associazione favorisce il collegamento tra operatori professionali e pazienti o familiari, stimola la ricerca scientifica, persegue relazioni con le istituzioni, allo scopo di prevenire o di limitare le sofferenze causate dall’ictus cerebrale. “I volontari dell’Associazione per la Lotta all’Ictus CErebrale A.L.I.Ce. Umbria conferiscono adeguato sostegno alle persone che hanno avuto l’ictus, alle persone non autosufficienti in generale, ai disabili che non hanno possibilità di muoversi autonomamente, ai bambini non seguiti dalla Usl, a cui noi garantiamo una logopedista. L’ictus cerebrale è una malattia grave e disabilitante, che ogni anno nel mondo colpisce circa 15 milioni di persone. E’ la terza causa di morte, la prima di invalidità e la seconda di demenza. In Italia circa 150.000 soggetti vengono colpiti ogni anno. I sopravvissuti, con esiti più o meno invalidanti, sono oggi circa 1 milione. Fondamentale per la prevenzione è l’adeguata consapevolezza dei fattori di rischio: ipertensione arteriosa, obesità, diabete, fumo, sedentarietà ed alcune anomalie cardiache e vascolari. Occorre potenziare la consapevolezza dei sintomi nella popolazione, evitare ritardi nel chiamare il 112 per arrivare negli ospedali idonei, ridurre perdite di tempo intra-ospedaliere, migliorare le reti ospedaliere appropriatamente organizzate, favorire la presenza di Stroke Unit funzionali. ” – spiegano presidente Bordi e associati.

 

La storia             L’Associazione per la Lotta all’Ictus CErebrale A.L.I.Ce. Umbria è sorta nel febbraio del 2000, grazie ad alcuni volontari e alcuni medici neurologi del Centro Ictus allora presente nell’ex ospedale di Città della Pieve. Sono 84 le sedi nazionali e l’Associazione regionale ha sede a Città della Pieve.

 

Le attività              “L’Associazione per la Lotta all’Ictus CErebrale A.L.I.Ce. Umbria, negli anni, ha esteso le sue attività per le esigenze della cittadinanza. Questo è possibile grazie al lavoro gratuito di volontari, addetti alla segreteria, nonché medici specialistici ed infermieri professionali. Lavora in affiancamento all’ospedale, effettua screening pressorio e rilevamento di trigliceridi, colesterolo, glicemia, presso la propria sede. Effettua trasporto, anche per disabili, presso strutture sanitarie ed ospedaliere per chi è impossibilitato. Promuove informazione/formazione costante sulla prevenzione all’ictus, la cura, le innovazioni attraverso convegni, incontri, coinvolgimento delle scuole locali in particolare su corretti stili di vita e screening cardiologico. Garantisce consulenze, presso la propria sede, di cardiologi, neurologo, psicologa, chirurgo. Organizza corsi con la fisioterapista per soggetti colpiti da ictus e da altre patologie, anche neurologiche. Realizza corsi di logopedia per soggetti afasici e bambini con problematiche di linguaggio non seguiti dai servizi, in accordo con le scuole primarie. Effettua screening periodici di controllo nevi, con l’Associazione “No al melanoma” di Perugia, nonché screening aorta addominale con il Centro Medico Umbro di Tavernelle e anche screening osteoporosi con l’associazione ARUO di Perugia” – si apprende dal presidente Guerrino Bordi, il quale auspica di poter ripartire al più presto in sicurezza con le attività, attualmente ferme causa coronavirus.

 

Giornata Mondiale contro l’Ictus cerebrale              Ogni anno, fatta eccezione per il 2020 causa coronavirus, Città della Pieve grazie all’Associazione per la Lotta all’Ictus CErebrale A.L.I.Ce. Umbria organizza eventi in tale giornata. Per alcuni di questi, con grande successo, è stata le sede della Giornata Mondiale con la partecipazione globale delle A.L.I.Ce. nazionali e internazionali. Di consueto, nella giornata del 29 ottobre, presso Palazzo Corgna gli infermieri volontari effettuano misurazioni gratuite di pressione, con rilevazione di fibrillazione atriale, colesterolo, glicemia, trigliceridi e ossimetria. Vengono distribuite brochure con consigli per riconoscere immediatamente i sintomi dell’insorgere dell’ictus. “La prevenzione è uno degli aspetti fondamentali che noi promuoviamo, grazie a screening, convegni, campagne informative” – si apprende dall’associazione. L’associazione organizza, ogni anno, anche la borsa di studio “Una rosa… rinascerà”, rivolta alle scuole di Città della Pieve. Premia gli studenti che operano con assiduità nel campo della solidarietà. La borsa di studio è nata per volere di Franco Pilato, un pievese con disabilità, socio di A.L.I.Ce., che ha scritto l’omonimo libro. Un esempio di vera resilienza.

 

Utilizzando le donazioni 5 per mille pervenute negli anni scorsi, l’ Associazione per la Lotta all’Ictus CErebrale A.L.I.Ce. Umbria si è dedicata a numerose attività nel territorio locale, tra cui logopedia per afasici e bambini con difficoltà di linguaggio, servizio di trasporto socio – sanitario. Sarà con l’utilizzo delle donazioni 5 per mille edizione 2020 che l’associazione prevede di proseguire con le iniziative degli anni passati, aggiungendo l’attività di servizio di prevenzione. Dunque anche misurazione della pressione, glicemia, colesterolo, trigliceridi.

 

Come donare il 5 per mille , contatti dell’associazione:            presidente Guerrino Bordi. Associazione per la Lotta all’Ictus CErebrale A.L.I.Ce. Umbria, sede legale a Città della Pieve (Pg), via Beato Giacomo Villa n. 1 c/o Casa della Salute . CODICE FISCALE: 94089430543 . Recapito telefonico 0578 297091 . Indirizzo mail: aliceumbriapieve@tiscali.it . Sito web: www.pgcesvol.com/alice , https://umbria.aliceitalia.org/  .

Michele Baldoni