SPOLETO – “GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA 2021”, MARTEDÌ 9 MARZO DUE EVENTI IN STREAMING

SPOLETO – “GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA 2021”, MARTEDÌ 9 MARZO DUE EVENTI IN STREAMING

9 Mar 2021

SPOLETO – In occasione della “Giornata internazionale della donna” il Comune di Spoleto ha organizzato quattro appuntamenti per lunedì 8 e martedì 9 marzo.

Il programma, che è possibile seguire in videoconferenza ed in streaming sui canali social dell’Ente (Facebook e You Tube), prevede due convegni, un concerto ed un cortometraggio dedicato ai teatri italiani.

Martedì 9 marzo alle ore 16 l’appuntamento sarà con il convegno “Donne e sport: dal mito alla modernità”, visibile in diretta streaming su YouTube. Parteciperanno Beatrice Montioni (vicesindaco ed assessore alle pari opportunità), Caterina Grifoni (presidente FIDAPA BPW Italy, sezione di Spoleto) e Romanella Gentili Bistoni (past president FIDAPA BPW Italy, sezione Alta Valle del Tevere).

L’ultimo appuntamento, in programma martedì 9 marzo alle ore 18, sarà il cortometraggio dedicato a tutti i teatri italiani “Applausi. L’alta moda ecosostenibile riaccende le luci del palcoscenico” (in streaming sulla pagina Facebook del Comune) con Giorgia BattistoniYuri NapoliFabiola Gaudio (violino) ed il M° Lorenzo Porzio (autore delle musiche e pianoforte).

Il cortometraggio è prodotto da Multimedia Communication, per la regia di Matteo Cuccu e la sceneggiatura di Maria Costici.

“Nonostante le restrizioni e l’impossibilità di organizzare, come fatto in passato, un programma di appuntamenti da vivere in presenza – queste le parole del vicesindaco Beatrice Montioni – siamo riusciti a realizzare occasioni di confronto sul ruolo della donna nelle istituzioni e nel mondo dello sport, con l’intento di mettere a disposizione di tutti elementi di conoscenza e spunti di riflessioni utili a comprendere il valore della parità di genere, in un quadro in cui il persistere di discriminazioni nei confronti di donne e ragazze rappresenta non solo la violazione di un fondamentale diritto umano, ma è anche un limite al raggiungimento di quella condizione necessaria per avere finalmente un mondo prospero, sostenibile e in pace”.