UMBERTIDE, PARTITI I LAVORI PER L’ABBATTIMENTO DELLA BARRIERE ARCHITETTONICHE E LA MOBILITÀ SOSTENIBILE TRA VIA VITTORIO VENETO E PIAZZA MAZZINI

UMBERTIDE, PARTITI I LAVORI PER L’ABBATTIMENTO DELLA BARRIERE ARCHITETTONICHE E LA MOBILITÀ SOSTENIBILE TRA VIA VITTORIO VENETO E PIAZZA MAZZINI

12 Gen 2021

UMBERTIDE – Il centro storico di Umbertide è pronto per diventare sempre più accessibile a tutti. Nella mattinata di lunedì 11 gennaio, con l’allestimento del cantiere dove avvengono le operazioni, sono partiti i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per la mobilità sostenibile nell’area del centro storico tra Via Vittorio Veneto e Piazza Mazzini.

Gli interventi prevedono il posizionamento di una nuova ed ulteriore passerella pedonale sul torrente Reggia, tra Via Vittorio Veneto e Piazza Mazzini, che faciliterà ancora di più il passaggio tra le due sponde tra le aree poste nei pressi della Piattaforma e della Chiesa Collegiata. Sono inoltre previsti la realizzazione di un corrimano lungo la scalinata che da Piazza del Mercato conduce in Via Guidalotti (dall’imbocco di Piazza Mazzini), l’adeguamento di due passaggi pedonali su Via Vittorio Veneto (il primo di fronte all’edicola, l’altro su Piazza Caduti del Lavoro) e la prosecuzione del marciapiede fino a sotto le mura del Teatro dei Riuniti.

I lavori hanno un importo complessivo di 90.000 euro e verranno realizzati con fondi erogati dal Ministero dell’Interno.

“Puntiamo – affermano il sindaco Luca Carizia e l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Villarini – ad un’Umbertide ancor più accogliente ed inclusiva, a favore delle nostre famiglie, dei bambini, degli anziani e dei disabili. L’obiettivo primario di questi lavori è quello di giungere ad una piena vivibilità del cuore della nostra città, a vantaggio di tutti. L’Amministrazione comunale è molto sensibile alle tematiche relative all’abbattimento delle barriere architettoniche e della mobilità sostenibile, verso le quali si vuol rispondere con azioni dirette e concrete. Con questi lavori vogliamo andare nella direzione di rendere ancora più razionale l’accesso al nostro centro storico, che ogni giorno viene frequentato da tanti umbertidesi”.