“Un drappo per rinascere”: Gli sbandieratori tornano in piazza dopo il lungo stop imposto dal covid

“Un drappo per rinascere”: Gli sbandieratori tornano in piazza dopo il lungo stop imposto dal covid

22 Lug 2021

Per il primo evento post covid la Lega Italiana Sbandieratori, che ha sede a Città della Pieve, ha scelto la città de L’Aquila.

Domenica 25 luglio, alle 16 e 30, otto compagnie di sbandieratori si esibiranno nella splendida cornice del piazzale del palazzo dell’Emiciclo, che ospiterà “Un drappo per rinascere”, la settima parata storica della Tradizione Lis.

Si tratta di una delle manifestazioni più importanti a livello nazionale patrocinate della Lis.  Un’occasione di confronto in cui le varie compagnie iscritte alla Lega presentano in piazza le proprie tradizioni, con lo scopo di preservare le realtà socio-artistiche-culturali da cui sono nate. Un’iniziativa di grande portata culturale che mira a valorizzare il passato e al recupero del fascino storico ed artistico delle realtà di sbandieratori e musici del territorio italiano.

La specialità in cui competeranno i gruppi è il “Rievocando”, in cui la giuria di Tradizione valuterà la spettacolarità degli esercizi, tenendo conto soprattutto della qualità della coreografia nella piazza e dell’impatto scenico. Per le disposizioni anti-contagio quest’anno non sarà possibile disputare l’altra specialità prevista, il “Corteggio”.

L’evento, il primo in piazza promosso dall’associazione nata 40 anni fa dopo il lungo stop imposto dall’emergenza pandemia, ha il patrocinio e il contributo del Comune Dell’Aquila, del consiglio regionale dell’Abruzzo e della Fondazione Carispaq.