VITTORIA FERDINANDI INSIGNITA DEL TITOLO DI CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA, CONGRATULAZIONI DALLA PRESIDENTE DELLA REGIONE E DAL SINDACO DI PERUGIA

VITTORIA FERDINANDI INSIGNITA DEL TITOLO DI CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA, CONGRATULAZIONI DALLA PRESIDENTE DELLA REGIONE E DAL SINDACO DI PERUGIA

7 Gen 2021

PERUGIA – Vittoria Ferdinandi, fondatrice e direttrice del ristorante e centro polifunzionale “Numero Zero”, è stata insignita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 

La Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, che aveva già inviato le sue congratulazioni, si complimenta anche a nome della Regione con Vittoria Ferdinandi.
“Un riconoscimento – afferma – che il Presidente della Repubblica ha voluto conferire a Vittoria Ferdinandi per l’impegno utile, profondo e sentito a favore dell’inclusione e di conseguenza della società umbra. La sua iniziativa, premiata a livello nazionale, rappresenta un esempio virtuoso di come la cultura della diversità rappresenti una ricchezza per tutti. Un ringraziamento per il suo convinto e sincero impegno va a lei e a tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito e creduto nel progetto”.

 

Il sindaco di Perugia Andrea Romizi l’ha voluta incontrare a Palazzo dei Priori per congratularsi del riconoscimento conferitole. Romizi ha espresso a Vittoria riconoscenza per l’importante progetto di inclusione sociale che la stessa ha realizzato a favore dei ragazzi con disturbi psichiatrici. “Un progetto innovativo – ha detto Romizi- che è senz’altro un esempio concreto di ciò che significa inclusione. Quando ci sono luci accese come questa, possiamo guardare al futuro con maggiore ottimismo e fiducia; mi auguro che ve ne siano sempre di più anche nella nostra città”.

Felice ed orgogliosa, Vittoria Ferdinandi ha affermato: “Il riconoscimento del Presidente della Repubblica dà valore alle realtà che si occupano di sociale, che troppo spesso restano nell’ombra, e di questo sono molto contenta. Sono anche felice di essere qui oggi. Il nostro progetto ha avuto immediatamente l’appoggio del sindaco e dell’amministrazione comunale, quale esempio di buona politica che va oltre le ideologie. Mi auguro che nel 2021 si rafforzi l’azione verso una società che lascia indietro sempre meno persone e sia capace di dare risposte umane alle esigenze dei più deboli”.