Dai Territori

Notizie da tutti i territori di Cesvol Umbria

Bere sicuro 4.0: Alla sagra di Macenano chi guida e non beve mangia gratis

Ferentillo - 3 Ott 2019
Bere sicuro 4.0: Alla sagra di Macenano chi guida e non beve mangia gratis

MACENANO DI FERENTILLO – L’idea è di Domenico Filipponi, presidente del Centro sociale Macenano di Ferentillo.

Si è inventato la tre giorni culinaria “Bere sicuro 4.0”, in programma da venerdì 4 a domenica 6 ottobre.

Per la prima volta in Italia, chi guida e non beve, mangia gratis perché del costo della cena se ne fa carico l’associazione.

Le tre serate “Bere sicuro 4.0” saranno a base di stinco, wurstel, crauti, patate, speck, hamburger di Chianina e birra artigianale con un occhio attento alla sicurezza sulle strade e alla salute dei ragazzi.

“Chi verrà a mangiare e accompagnerà in auto altri 4 amici avrà un premio: l’autista, che non beve e che potrà riportare a casa gli altri in tutta sicurezza, paga zero euro” dice Filipponi, che guida il centro sociale Macenano, che ha 30 soci ed è un punto di riferimento per tutti, dai bambini ai meno giovani, con un occhio attento ai giovani.

Domenico Filipponi ha acquistato gli alcoltest che, al termine della cena, serviranno per accertare che i conducenti delle auto non abbiano bevuto.

“Se non hanno bevuto riavranno indietro i soldi perché la cena sarà a carico nostro. Rimanderemo a casa chi guida in retti sensi e saranno più tranquille anche le famiglie. Leggiamo tutti i giorni di stragi sulle strade. Siamo stati tutti ragazzi – dice Filipponi –  e sono convinto che è anche dovere nostro metterli in condizione di divertirsi ma anche di tornare a casa. L’idea è anche quella di stimolarli a guidare in condizioni ottimali. Spero che questo sia un seme per il futuro, una formula che potrebbe funzionare anche nei ristoranti e nelle pizzerie”.

Ad aprire la tre giorni organizzata con il patrocinio del Comune di Ferentillo, venerdì, alle 16, sarà il dibattito sul bere sicuro, con la presenza dei rappresentanti del Comune, delle forze dell’ordine, dell’asl e del Sii.