Dai Territori

Notizie da tutti i territori di Cesvol Umbria

BUONE NOTIZIE PER L’ASILO NIDO DI PIETRALUNGA, IL SERVIZIO EDUCATIVO NON CHIUDERÀ

Pietralunga - 15 Set 2020
BUONE NOTIZIE PER L’ASILO NIDO DI PIETRALUNGA, IL SERVIZIO EDUCATIVO NON CHIUDERÀ

PIETRALUNGA – L’asilo nido di Pietralunga non chiuderà. L’Amministrazione comunale e la cooperativa sociale “A Piccoli Passi” che gestisce il servizio educativo, dopo l’incontro tenuto nei giorni scorsi con i genitori, hanno annunciato la grande notizia che tutti aspettavano, anche a fronte delle richieste delle famiglie e del crescente numero di iscritti.

Lo spazio formativo rivolto a bambini da 0 a 3 anni rischiava infatti di non riaprire le porte a causa delle poche iscrizioni pervenute.

“Attraverso incontri costanti e proficui dialoghi – commenta il sindaco – abbiamo sventato la possibilità di chiusura e il nido continuerà a prestare il suo servizio nel nostro paese”.

Un lavoro di squadra che ha impiegato tempo e risorse. Il Comune, come dichiarato sin da subito, investirà una somma per il mantenimento del nido d’infanzia, così come un’azienda locale che autonomamente ha deciso di sposare la causa con proprie risorse finanziarie.

“Per un paese come il nostro in cui le nascite sembrano essere in crescita – spiega l’assessore alle politiche scolastiche e sociali – un servizio come questo è sicuramente essenziale, poiché riveste un ruolo sociale e di sostegno genitoriale, aiutando le famiglie nella gestione dei figli. Ritengo però di sottolinearne anche il ruolo pedagogico, che troppo spesso rimane lasciato in secondo piano; il nido infatti è un luogo che garantisce un’importante occasione di crescita per i bambini e le bambine che si affacciano alle prime relazioni con i pari, ma anche con adulti al di fuori del nucleo familiare. Il tutto in un ambiente educativo interamente costruito sullo sviluppo delle loro autonomie, rispettando i tempi evolutivi di tutti e di ciascuno. Chiudere un servizio con queste potenzialità avrebbe significato far perdere ai bambini e alle bambine un’importante occasione di crescita”.