CAMPIONATO ITALIANO SENIOR INNTECK 2020 DI MOTOCROSS, A CITTÀ DI CASTELLO SI ASSEGNANO 6 TITOLI

CAMPIONATO ITALIANO SENIOR INNTECK 2020 DI MOTOCROSS, A CITTÀ DI CASTELLO SI ASSEGNANO 6 TITOLI

22 Ott 2020

CITTÀ DI CASTELLO Saranno la pista di Città di Castello ed il Moto Club “Baglioni” ad ospitare il 24 e 25 ottobre l’atto conclusivo del Campionato italiano Senior Innteck 2020 di motocross. Dopo le 3 prove fin qui disputate, rimangono da assegnare ancora 6 degli 8 titoli nazionali in palio e lo spettacolo si preannuncia elettrizzante, con un numero di iscritti che ancora una volta si mantiene sopra quota 200.

La situazione più incerta da determinare è quella della categoria femminile dove, complici anche gli scarti ammessi in via eccezionale dal regolamento di quest’anno, la classifica potrà essere completamente stravolta al termine delle manches in terra umbra. Al momento la leader del campionato è Giorgia Montini (Husqvarna – Gaerne) grazie alla doppietta ottenuta nell’ultima prova di Montevarchi, ma alle sue spalle ci sono 3 nomi fortissimi come Kiara Fontanesi (KTM-Fiamme Oro), Nancy Van de Ven (Yamaha-Megan racing Ghidinelli) e Francesca Nocera (Yamaha – Fiamme Oro), tutte in piena corsa. Occhio anche alle giovani Giorgia Blasigh (KTM – Crociati Parma) ed Elisa Galvagno (Yamaha – Ceres71), che potrebbero inserirsi nella lotta al vertice e togliere punti preziosi alle contendenti per il titolo.

Nella 125 Lorenzo Camporese (Kawasaki – Gaerne) ha preso il largo in vetta alla classifica e si presenta a Città di Castello con un ricco vantaggio da gestire su Luca Borz (Yamaha – Ala). Andrea Gino Laurenzi (KTM – A.m. Aretina), dominatore a sorpresa a Montevarchi, è balzato al terzo posto in classifica e cercherà un’altra grande prova per recuperare altri punti su chi lo precede. Ancora in corsa per il titolo, anche se solo matematicamente, ci sono pure Giacomo Zancarini (KTM – Mxone) e Leonardo Frosali (Husqvarna – Bonanni).

La categoria Superveteran si divide tra la Mx1, dove Fabio Occhiolini (KTM – A.m. Aretina) è ad un passo dal confermarsi campione con un bel vantaggio su Tiziano Peverieri (Honda – Fagioli), e la Mx2, dove invece c’è un’accesissima battaglia a 3 che vede protagonisti il capoclassifica e campione in carica Adriano Piunti (KTM – Lion Montegranaro), Simone Girolami (Beta – Graffignano) ed Ubaldo Di Domenicantonio (KTM – Milani).

Ultimi due titoli ancora in ballo sono quelli della Master.

Nella Mx1 comanda il campione in carica Giuseppe Canella (Honda – Rs 77), che deve difendersi dagli attacchi di Manlio Giachè (Husqvarna – Sorci verdi) e Giacomino Mencarelli (Yamaha – Carpediemoffroad).

Paolo Catalano (KTM – Wyss motorsport) guida la Mx2, con Fabrizio Bennati (KTM – A.m. Aretina) che è rimasto l’unico ancora in grado di strappargli il campionato.
Fuori dalla contesa per gli allori tricolori solo la categoria Veteran, che a Montevarchi ha già visto Felice Compagnone (KTM – Shine motorsport) e Nicola Di Luccia (Husqvarna – Fuorigiri Caserta) assicurarsi matematicamente i titoli rispettivamente della Mx2 e della Mx1. I neocampioni hanno dimostrato la loro superiorità nell’arco del campionato vincendo tutte le gare fin qui disputate e sicuramente a Città di Castello vorranno chiudere la stagione con un nuovo trionfo.