Dai Territori

Notizie da tutti i territori di Cesvol Umbria

GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI CITTA’ DI CASTELLO – RESOCONTO ATTIVITÀ 2019 E PROSPETTIVE PER IL 2020

Città di Castello - 5 Feb 2020
GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI CITTA’ DI CASTELLO – RESOCONTO ATTIVITÀ 2019 E PROSPETTIVE PER IL 2020

Nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sede del sodalizio, il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Città di Castello ha fatto il punto sull’attività svolta nel 2019 e sulle prospettive per il 2020.

Attività di Soccorso

L’attività del Gruppo Comunale di Protezione Civile nel 2019 si può riassumere in poche cifre, molto significative. I volontari hanno svolto complessivamente 1.775 turni di servizio: un numero importante, al cui interno sono comprese tutte le attività. Da questa semplice cifra, si può dedurre come i nostri volontari siano stati capaci di offrire una presenza quotidiana e, facendo una media, risultano almeno 4 persone in servizio in ogni giorno dell’anno. Questo nonostante la nostra associazione sia costituita solo da volontari, che non percepiscono alcuna retribuzione o rimborso.

Nel 2019, esattamente il 2 e 3 marzo, abbiamo partecipato e coordinato le ricerche di un’anziana cittadina tifernate che era dispersa nel territorio. Pur essendo state fermate le ricerche di questa persona perché non era stato individuato il luogo dell’ultimo avvistamento, abbiamo deciso di continuare autonomamente le ricerche avvalendoci anche di comuni cittadini. Dopo 3 giorni dalla sua sparizione, abbiamo così avuto la capacità di trovare viva e vegeta l’anziana, che si era persa nelle colline ad est della città. Questa piccola grande impresa di salvare una vita umana ci ha ripagato per tutti gli sforzi che compiamo per addestrarci e tenerci pronti per ogni emergenza.

 

Attività di Prevenzione

La massiccia presenza sul territorio comprende anche il servizio offerto alle scuole di ogni ordine e grado per curare la prevenzione tramite una serie di importanti appuntamenti tra i quali spicca “Civilmente: imparare facendo”, giunto all’ottava edizione. Questo progetto, legato alle scuole medie dell’Altotevere, ha coinvolto 500 ragazzi, che hanno partecipato alle attività del Gruppo Comunale nelle giornate formative svoltesi sia nei diversi plessi scolastici sia presso la nostra sede. Si è inoltre sviluppato il progetto “Anch’io al sicuro”, legato in via sperimentale alla formazione degli insegnanti e di 120 piccoli allievi degli asili nido del 1° Circolo Didattico tifernate.

Un’azione concreta e significativa, la nostra, concordata e messa in atto in collaborazione con le autorità di Protezione Civile, i soggetti istituzionali impegnati in emergenza e le diverse realtà del mondo del volontariato. Queste esperienze saranno ripetute anche nel 2020: abbiamo già messo in calendario le date di svolgimento delle iniziative nei mesi di marzo ed aprile.

 

Attività di Formazione

Settore fondamentale per il Gruppo Comunale è poi quello della formazione, rivolta anche al reclutamento di nuovi volontari. Nel mese di dicembre 2019 è iniziato l’11° Corso base per volontari di protezione civile con 50 partecipanti, che si concluderà nel mese di marzo 2020.

 

Prospettive per il 2020

L’apertura della nostra nuova sezione “Enduro” è un ulteriore passo per coinvolgere nella Protezione Civile altre importanti realtà associative locali. L’associazione sportiva “Asini Tignosi” con il suo presidente Andrea Chiasserini ha deciso di mettere a disposizione i propri mezzi e le competenze acquisite dai soci in tanti anni di competizioni fuoristradistiche. Gli enduristi hanno così partecipato ai nostri corsi di formazione, acquisendo le nozioni necessarie per operare in emergenza. Dopo un periodo sperimentale durato un intero anno, oggi presentiamo questa nuova sezione che, all’interno del nostro gruppo, sarà sempre disponibile per ogni emergenza in cui saremo chiamati ad operare.

“E’ un piacere ed un onore – dichiara Chiasserini – operare al fianco dei volontari di protezione civile di Città di Castello. Abbiamo già collaborato alla ricerca di una persona dispersa ed al servizio antincendio estivo, Intendiamo esercitarci nei prossimi mesi nel territorio altotiberino per raggiungere una maggior efficienza operativa. Per ora la sezione si compone di 10 motociclisti, ma le nostre aspettative sono di coinvolgere altri appassionati anche dei comuni limitrofi”.

Sarà inoltre presentata entro fine aprile una nuova unità operativa “Modulo Front Office” finanziata con circa 60.000 euro dal Dipartimento di Protezione, che sarà da noi impiegata nell’ambito della Colonna Mobile Regionale.

“Il Servizio Protezione Civile della Regione Umbria – sottolinea Sandro Busatti. presidente del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Città di Castello – ha scelto di organizzare a Città di Castello un’esercitazione di Protezione Civile, accogliendo una nostra proposta formulata in accordo con l’assessore Bassini. Accanto alle componenti istituzionali della Protezione Civile saranno presenti tutte le forze del volontariato locale per quest’esercitazione “comprensoriale” e “multirischio” che dal 21 al 24 maggio vedrà impegnati oltre 300 volontari. Sarà l’occasione per mettere alla prova le “aree di attesa” predisposte nel Piano comunale di protezione civile, così come il coordinamento dei soccorsi tramite l’apertura del COM e dei COC nei comuni limitrofi”.

“Da marzo – conclude Busatti – torneremo a curare la prevenzione nelle scuole dell’Alta Valle del Tevere, partecipando anche al progetto “Io non rischio”, predisposto da ANCI Umbria e rivolto alle scuole medie. Abbiamo anche l’ambizione, in collaborazione con “Umbria Meteo”, di realizzare nei comuni dell’Alta Valle del Tevere una rete di monitoraggio che collegherà con la nostra sala operativa una ventina di stazioni meteorologiche sparse nel territorio. Potremo così offrire ai cittadini ed alle autorità dati utili per capire l’evolversi delle condizioni climatiche grazie anche all’uso di webcam installate in punti particolarmente panoramici della valle”.