Dai Territori

Notizie da tutti i territori di Cesvol Umbria

IL COMUNE DI SAN GIUSTINO CONGELA TUTTI I PAGAMENTI IN SCADENZA FINO AL 30 GIUGNO

San Giustino - 21 Apr 2020
IL COMUNE DI SAN GIUSTINO CONGELA TUTTI I PAGAMENTI IN SCADENZA FINO AL 30 GIUGNO

SAN GIUSTINO – Il Comune di San Giustino ha disposto il congelamento di tutti i pagamenti in scadenza nell’attuale periodo di emergenza fino al 30 giugno 2020.
La decisione è stata presa nell’ultima seduta della Giunta, riunitasi per la prima volta in videoconferenza.
Nello specifico si tratta delle entrate previste per:
– qualsiasi tipologia di tributo ed altre entrate relative agli anni antecedenti il 2020 per le quali era in corso un piano di rateizzazione;
– il canone per l’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche relativo alle concessioni di suolo pubblico temporanee afferenti al mercato ed agli ambulanti;
– i canoni di locazione e/o concessione dei beni e/o servizi comunali;
– le quote di partecipazione al servizio della mensa scolastica;
– le quote di partecipazione al servizio del trasporto scolastico;
– le rette di frequenza dell’asilo nido comunale.
Con l’occasione, nello stesso atto di Giunta, sono stati prorogati sempre fino al 30 giugno 2020 tutti i titoli autorizzatori alla sosta, ai passi carrabili, nonché dei contrassegni per i portatori di handicap, i medici ed altre categorie.
Sono stati invece differiti al mese di luglio 2020 l’invio degli avvisi di liquidazione bonari e gli avvisi di accertamento relativamente ai tributi comunali.
“Siamo consapevoli – dichiara l’assessore al bilancio Simone Selvaggi – della difficoltà economica che tanti cittadini, famiglie ed imprese del nostro territorio stanno vivendo in questo periodo di emergenza epidemiologica. In attesa che il quadro complessivo si delinei con maggiore chiarezza, sia a livello nazionale che regionale, abbiamo intanto adottato questo provvedimento che riteniamo doveroso e che ci consente nel frattempo di lavorare ad interventi di maggiore sostanza, per i quali risulterà fondamentale il confronto di tutto il Consiglio comunale. Allo stesso tempo non escludiamo ulteriori spostamenti in avanti delle scadenze. Il momento è straordinario ed altrettanto straordinaria dovrà essere la risposta che le Istituzioni
dovranno mettere in campo per andare incontro a chi da questa crisi ne uscirà più colpito. Ne va della tenuta sociale e democratica del Paese. Non è semplice, ma siamo convinti che tutti insieme, ognuno per il proprio ruolo, riusciremo a superare anche quest’emergenza”.