LA QUESTIONE DRIVE TROUGH DI VIA VASARI VERSO LA SOLUZIONE

LA QUESTIONE DRIVE TROUGH DI VIA VASARI VERSO LA SOLUZIONE

10 Nov 2020

CITTÀ DI CASTELLO – “Ieri ci sono stati 10 nuovi positivi, ma ben 15 guariti”.

È quanto ha dichiarato nella tarda mattinata di lunedì il sindaco Luciano Bacchetta, chiarendo che “i dati sono sempre parziali, perché fotografano la situazione di fine mattinata e nel pomeriggio continuano ad affluire, per cui sono in costante mutamento”.

“Rileviamo in ogni caso – osserva – che il numero dei guariti è molto alto, a conferma che siamo in presenza di una tipologia di Covid che sembra avere caratteristiche diverse da quelle di marzo e aprile, con un numero superiore di positivi al tampone, ma anche un numero superiore di persone che guariscono velocemente, anche perché la maggior parte dei contagiati sono giovani o giovanissimi. Ringrazio la struttura territoriale dell’Usl Umbria 1 per la grande collaborazione che ci assicura e che consente ai tifernati di conoscere in modo trasparente quanto sta accadendo nella nostra città e ringrazio tutti gli operatori sanitari che sono in prima linea e rischiano la propria salute per svolgere bene un lavoro difficile. Mentre i dati rispecchiano una situazione che dimostra un contenimento abbastanza soddisfacente della pandemia nel nostro territorio, dove abbiamo solo 2 residenti ricoverati nel reparto Covid dell’ospedale e nessuno in terapia intensiva, il contesto umbro continua ad essere molto difficile e drammatico.

Il sindaco ha confermato che è in via di soluzione la problematica riguardante la dislocazione del “drive trough” di Via Vasari per l’effettuazione dei tamponi: “Stiamo collaborando intensamente con l’Usl Umbria 1 – ha detto – e nei prossimi giorni saremo in grado di comunicare la nuova sede, considerando che parliamo di una tipologia di struttura molto complessa da spostare”.

In conclusione Bacchetta ha ribadito “la gratitudine ai tifernati per il comportamento molto responsabile e il grande senso civico che stanno dimostrando, rispettando le norme e agendo con grande prudenza”.